www.vatican.va

Back Top Print Pdf


ACCORDO TRA LA SANTA SEDE E LA BOSNIA ED ERZEGOVINA CIRCA L’ASSISTENZA RELIGIOSA AI FEDELI CATTOLICI, MEMBRI DELLE FORZE ARMATE DI BOSNIA ED ERZEGOVINA, 12.04.2010


ACCORDO TRA LA SANTA SEDE E LA BOSNIA ED ERZEGOVINA CIRCA L’ASSISTENZA RELIGIOSA AI FEDELI CATTOLICI, MEMBRI DELLE FORZE ARMATE DI BOSNIA ED ERZEGOVINA

Giovedì 8 aprile 2010, nella Casa delle Forze Armate a Sarajevo, ha avuto luogo la solenne cerimonia della firma dell’Accordo tra la Santa Sede e la Bosnia ed Erzegovina circa l’assistenza religiosa ai fedeli cattolici, membri delle Forze Armate di Bosnia ed Erzegovina.

Per la Santa Sede ha firmato S.E. Mons. Alessandro D’Errico, Nunzio Apostolico a Sarajevo, e per la Bosnia ed Erzegovina il Dott. Selmo Cikotić, Ministro della Difesa.

Hanno partecipato al solenne atto:

da parte ecclesiastica: Em.mo Cardinale Vinko Puljić, Arcivescovo Metropolita di Vrhbosna-Sarajevo; S.E. Mons. Franjo Komarica, Vescovo di Banja Luka e Presidente della Conferenza Episcopale; S.E. Mons. Ratko Perić, Vescovo di Mostar-Duvno e Amministratore Apostolico di Trebinje-Mrkan; Mons. Waldemar Stanisław Sommertag, Consigliere della Nunziatura Apostolica; Mons. Ivo Tomašević, Segretario Generale della Conferenza Episcopale; il Rev.do Tomo Vukšić, Vicario Generale di Mostar; Fra Lovro Gavran, Provinciale Francescano di Sarajevo; Fra Ivan Sesar, Provinciale Francescano di Mostar, e Suor Ivanka Mihaljević, Presidente della Conferenza dei Superiori e delle Superiore Maggiori;

da parte statale: Sig. Bariša Čolak, Ministro della Giustizia; Sig.ra Marina Pendeš, Vice-Ministro della Difesa; Sig. Fuad Kasumović, Vice-Ministro delle Finanze; Sig. Niko Lozančić e Sig. Beriz Belkić, Vice-Presidenti della Camera dei Rappresentanti; Sig. Boško Šiljegović, Delegato parlamentare per le questioni militari; Sig. Branko Zrno, Presidente della Commissione Parlamentare per la Difesa e la Sicurezza; Sig. Ivo Miro Jović, Vice-Presidente della Commissione Parlamentare per i Diritti Umani; Gen. Miladin Milojčić, Capo di Stato Maggiore delle Forze Armate; Gen. Slavko Puljić e Gen. Rizvo Pleh, Vice-Capi di Stato Maggiore delle Forze Armate ed alti Funzionari di vari Ministeri ed Istituzioni dello Stato.

Hanno presenziato anche: il Rev.do Tomo Knežević (per i cattolici) e il Mufti Ismail Smajlovižć (per i musulmani), Coordinatori dei servizi religiosi nelle Forze Armate; Sig. Boris Kožamjakin, Rappresentante della Comunità Ebraica; Gen. Bernhard Bair, Comandante dell’E.U.F.O.R.; Col. Andreas Olsen, Vice-Comandante della missione N.A.T.O. in Bosnia ed Erzegovina.

L’Accordo in parola costituisce una nuova tappa importante nei rapporti tra la Santa Sede e la Bosnia ed Erzegovina. Esso, infatti, è una prima e significativa applicazione dell’Accordo di Base tra la Santa Sede e la Bosnia ed Erzegovina, che fu firmato a Sarajevo il 19 aprile 2006 e definì, tra l’altro, il quadro giuridico della presenza e delle attività della Chiesa cattolica nel Paese. In particolare, l’art. 15 del medesimo Accordo riconosce e garantisce il diritto della Chiesa cattolica all’assistenza religiosa dei fedeli cattolici membri delle Forze Armate e stabilisce che l’attività religiosa nelle Forze Armate sarà regolata da un successivo Accordo tra le Autorità ecclesiastiche e la Bosnia ed Erzegovina. Ciò si propone di raggiungere il presente Documento che, a norma del suo articolo 13, entrerà in vigore al momento dello scambio degli Strumenti di ratifica.

[00495-01.01]