www.vatican.va

Back Top Print Pdf


LE LETTERE CREDENZIALI DEGLI AMBASCIATORI DI: ALGERIA, ISLANDA, DANIMARCA, LESOTHO, PALESTINA, SIERRA LEONE, CAPO VERDE, BURUNDI, MALTA, SVEZIA, PAKISTAN, ZAMBIA, NORVEGIA, KUWAIT, BURKINA FASO, UGANDA E GIORDANIA PRESSO LA SANTA SEDE, 12.12.2013


LE LETTERE CREDENZIALI DEGLI AMBASCIATORI DI: ALGERIA, ISLANDA, DANIMARCA, LESOTHO, PALESTINA, SIERRA LEONE, CAPO VERDE, BURUNDI, MALTA, SVEZIA, PAKISTAN, ZAMBIA, NORVEGIA, KUWAIT, BURKINA FASO, UGANDA E GIORDANIA PRESSO LA SANTA SEDE

DISCORSO COLLETTIVO DEL SANTO PADRE AGLI AMBASCIATORI IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE COLLETTIVA DELLE LETTERE CREDENZIALI

CURRICULUM VITAE DEI NUOVI AMBASCIATORI

Alle ore 10.30 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in Udienza, in occasione della presentazione delle Lettere Credenziali, le Loro Eccellenze la Signora e i Signori Ambasciatori di: Algeria, Islanda, Danimarca, Lesotho, Palestina, Sierra Leone, Capo Verde, Burundi, Malta, Svezia, Pakistan, Zambia, Norvegia, Kuwait, Burkina Faso, Uganda, Giordania.
Di seguito pubblichiamo il discorso che il Papa ha rivolto ai nuovi Ambasciatori nonché i cenni biografici essenziali di ciascuno:

DISCORSO COLLETTIVO DEL SANTO PADRE AGLI AMBASCIATORI IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE COLLETTIVA DELLE LETTERE CREDENZIALI

Signora e Signori Ambasciatori,

sono molto lieto di accogliervi in occasione della presentazione delle Lettere che vi accreditano come Ambasciatori straordinari e plenipotenziari dei vostri rispettivi Paesi presso la Santa Sede: l’Algeria, l’Islanda, la Danimarca, il Lesotho, la Palestina, la Sierra Leone, Capo Verde, il Burundi, Malta, la Svezia, il Pakistan, lo Zambia, la Norvegia, il Kuwait, il Burkina Faso, l’Uganda e la Giordania.

Vi ringrazio per le cordiali parole che mi avete rivolto e anche per i saluti che ciascuno mi ha trasmesso da parte del proprio Capo di Stato. Vi prego di assicurare che ricambio da parte mia con i migliori voti per le loro persone e per lo svolgimento del loro alto incarico. Desidero altresì salutare per vostro tramite le autorità civili e religiose delle vostre Nazioni, come pure tutti i vostri concittadini, con un particolare ricordo per le comunità cattoliche.

Incontrandovi, il mio primo pensiero va alla comunità internazionale, alle molteplici iniziative che si portano avanti per promuovere la pace, il dialogo, i rapporti culturali, politici, economici, e per soccorrere le popolazioni provate da diverse difficoltà. Oggi desidero affrontare con voi una questione che mi preoccupa molto e che minaccia attualmente la dignità delle persone: è la tratta di esseri umani. È una vera forma di schiavitù,purtroppo sempre più diffusa, che riguarda ogni Paese, anche i più sviluppati, e che tocca le persone più vulnerabili della società: le donne e le ragazze, i bambini e le bambine, i disabili, i più poveri, chi proviene da situazioni di disgregazione familiare e sociale. In essi, in modo speciale, noi cristiani riconosciamo il volto di Gesù Cristo, che si è identificato con i più piccoli e bisognosi. Altri, che non si riferiscono ad una fede religiosa, in nome della comune umanità condividono la compassione per le loro sofferenze, con l’impegno di liberarli e di lenire le loro ferite. Insieme possiamo e dobbiamo impegnarci perché siano liberati e si possa mettere fine a questo orribile commercio. Si parla di milioni di vittime del lavoro forzato, lavoro schiavo, della tratta di persone per scopo di manodopera e di sfruttamento sessuale. Tutto ciò non può continuare: costituisce una grave violazione dei diritti umani delle vittime e un’offesa alla loro dignità, oltre che una sconfitta per la comunità mondiale. Quanti sono di buona volontà, che si professino religiosi o no, non possono permettere che queste donne, questi uomini, questi bambini vengano trattati come oggetti, ingannati, violentati, spesso venduti più volte, per scopi diversi, e alla fine uccisi o, comunque, rovinati nel fisico e nella mente, per finire scartati e abbandonati. E’ una vergogna.

La tratta delle persone è un crimine contro l’umanità. Dobbiamo unire le forze per liberare le vittime e per fermare questo crimine sempre più aggressivo, che minaccia, oltre alle singole persone, i valori fondanti della società e anche la sicurezza e la giustizia internazionali, oltre che l’economia, il tessuto familiare e lo stesso vivere sociale.

Tuttavia, occorre una presa di responsabilità comune e una più decisa volontà politica per riuscire a vincere su questo fronte. Responsabilità verso quanti sono caduti vittime della tratta, per tutelarne i diritti, per assicurare l’incolumità loro e dei familiari, per impedire che i corrotti e i criminali si sottraggano alla giustizia ed abbiano l’ultima parola sulle persone. Un adeguato intervento legislativo nei Paesi di provenienza, nei Paesi di transito e nei Paesi di arrivo, anche in ordine a facilitare la regolarità delle migrazioni, può ridurre il problema.

I governi e la comunità internazionale, cui spetta in primo luogo di prevenire e di impedire tale fenomeno, non hanno mancato di prendere misure a vari livelli per bloccarlo e per proteggere e assistere le vittime di questo crimine, non di rado collegato al commercio delle droghe, delle armi, al trasporto di migranti irregolari, alla mafia. Purtroppo, non possiamo negare che talvolta ne sono stati contagiati anche operatori pubblici e membri di contingenti impegnati in missioni di pace. Ma per ottenere buoni risultati occorre che l’azione di contrasto incida anche a livello culturale e della comunicazione. E su questo piano c’è bisogno di un profondo esame di coscienza: quante volte infatti tolleriamo che un essere umano venga considerato come un oggetto, esposto per vendere un prodotto o per soddisfare desideri immorali? La persona umana non si dovrebbe mai vendere e comprare come una merce. Chi la usa e la sfrutta, anche indirettamente, si rende complice di questa sopraffazione.

Signora e Signori, ho voluto condividere con voi queste riflessioni su una piaga sociale dei nostri tempi, perché credo nel valore e nella forza di un impegno concertato per combatterla. Esorto pertanto la comunità internazionale a rendere ancora più concorde ed efficace la strategia contro la tratta delle persone, perché, in ogni parte del mondo, gli uomini e le donne non siano mai usati come mezzi, ma vengano sempre rispettati nella loro inviolabile dignità.

A ciascuno di voi, Signora e Signori Ambasciatori, nel momento in cui iniziate la vostra missione presso la Santa Sede, porgo i miei migliori auguri, assicurandovi il sostegno dei diversi servizi della Curia Romana nello svolgimento della vostra funzione. A tal fine, invoco sulle vostre persone e le vostre famiglie, come pure sui vostri collaboratori, l’abbondanza delle benedizioni divine.

[01874-01.01] [Testo originale: Italiano]

CURRICULUM VITAE DEI NUOVI AMBASCIATORI

- S.E. il Signor Boudejemâa DELMI
Ambasciatore di Algeria presso la Santa Sede

S.E. il Signor Boudejemâa DELMI è nato il 27 febbraio 1952.

È sposato ed ha tre figli.

Laureato in diplomazia all’Ecole Nationale d’Administration, ha successivamente ricoperto i seguenti incarichi: Capo Ufficio presso la Direzione per l’Africa del Ministero degli Affari Esteri (1978-1981); Primo Segretario di Ambasciata in Etiopia (1981-1984); Consigliere alla Missione Permanente presso l’ONU a Ginevra (1984-1988); Vice-Direttore per le Organizzazioni regionali presso il Ministero degli Affari Esteri (1988-1992); Direttore per le Relazioni multilaterali presso il Ministero degli Affari Esteri (1992-1994); Ambasciatore in Eritrea ed a Gibuti (1994-1997); Ambasciatore in Giappone (1997-2001); Direttore Generale per l’Africa presso il Ministero degli Affari Esteri (2001-2005); Ambasciatore a Belgrado (2005-2008); Direttore Generale per gli Affari politici e la Sicurezza internazionale presso il Ministero degli Affari Esteri (2008-2009); Segretario Generale del Ministero degli Affari Esteri (2009-2012).

Dal 2012 è Ambasciatore a Ginevra, ove risiede.

Parla arabo, francese ed inglese.

 

- S.E. il Signor Martin EYJÓLFSSON
Ambasciatore di Islanda presso la Santa Sede

S.E. il Sig. Martin EYJÓLFSSON è nato il 18 maggio 1971.

È sposato ed ha tre figli.

È laureato in Diritto (University of Iceland, Reykjavik).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Esperto legale presso il Ministero degli Affari Esteri (1996-1998); Esperto legale dell’Ambasciata islandese presso l’Unione Europea a Bruxelles (1998-2002); Capo di Unità presso il Ministero degli Affari Esteri (2002-2004); Senior Legal Officer e, successivamente, Vice Direttore del Dipartimento per il Commercio Estero del Ministero degli Affari Esteri (2005-2007); Direttore per gli Affari Europei presso il Ministero degli Affari Esteri (2007-2011); Direttore Generale per il Commercio Estero e gli Affari Economici presso il Ministero degli Affari Esteri (2012); Rappresentante Permanente dell’Islanda presso gli Uffici delle Nazioni Unite ed il WTO a Ginevra (2012-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore presso le Nazioni Unite a Ginevra, ove risiede.

 

- S.E. il Signor Lars VISSING
Ambasciatore di Danimarca presso la Santa Sede

S.E. il Signor Lars VISSING è nato a Copenaghen il 14 febbraio 1948.

È sposato ed ha quattro figli.

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri (1972-1973; 1975-1976; 1979 -1982; 1988-1991); Distaccato presso l’Istituto di Danimarca a Roma (1971-1972; 1974-1975; 1982); Secondo Segretario della Delegazione di Danimarca presso CSCE a Ginevra (1973-1974); Segretario di Ambasciata a Lisbona (1976-1979); Consigliere della Missione danese a Ginevra (1982-1983); Ministro Consigliere di Ambasciata a Roma (1984-1988); Ministro di Ambasciata a Bonn (1991-1996); Capo Delegazione, con grado di Ambasciatore, presso l’OSCE a Vienna (1996-2001); Ambasciatore a Mosca (2001-2005); Ambasciatore a Lisbona (2005-2010); Ambasciatore a Rabat (2010-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Berna, ove risiede.

Oltre alla lingua madre, parla inglese.

 

- S.E. la Signora Lineo Lydia KHECHANE-NTOANE
Ambasciatore di Lesotho presso la Santa Sede

S.E. la Signora Lineo Lydia KHECHANE-NTOANE è nata il 12 maggio 1966.

È sposata ed ha due figli.

Laureata in Sociologia e Pubblica Amministrazione (National University of Lesotho, 1989).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario presso il Ministero della Pubblica Amministrazione (1989-1997); Capo Ispettore presso Ministry of Local Government and Chieftainship Affairs (1997-2000); Vice Segretario principale del Ministero delle Finanze e del Piano di Sviluppo (2000-2008); High Commissioner in Sud Africa (2008-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Berlino, ove risiede.

Oltre alla lingua madre, parla inglese.

 

- S.E. il Signor Isa Jamil KASSISSIEH
Rappresentante dello Stato della Palestina presso la Santa Sede

S.E. il Signor Isa Jamil KASSISSIEH è nato a Gerusalemme nel 1964.

È sposato ed ha 3 figli.

Laureato in Letteratura Inglese (University of Bethlehem, 1988), ha successivamente conseguito dei Masters in Relazioni Internazionali (Bir Zeit University, Palestine, 1998), in Scienze Diplomatiche(Birmingham University, Regno Unito, 2000), ed in Pubblica Amministrazione (Harvard University, U.S.A., 2005).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Responsabile per la "questione palestinese" presso il Consolato Generale di Turchia a Gerusalemme (1989-1993); Capo del Dipartimento per l’Europa presso l’Orient House a Gerusalemme (Quartier Generale della Delegazione Palestinese per i colloqui di Pace) (1994-2000); Membro del team del Jerusalem Multi-Sector Strategy and Development Plan, presso la Welfare Association (2002-2004); Senior Policy Advisor responsabile per le relazioni diplomatiche estere presso l’Ufficio del Presidente Mahmoud Abbas (2005-2009); Vice Capo del Negotiations Affairs Department dell’O.L.P. (2009-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Bruxelles, ove risiede.

Parla l’arabo, l’inglese e il francese.

 

- S.E. il Signor Ibrahim SORIE

Ambasciatore di Sierra Leone presso la Santa Sede

S.E. il Signor Ibrahim SORIE è nato il 6 aprile 1949.

È vedovo.

Laureato in Storia e Pensiero Politico Inglese (University of Sierra Leone, 1969), ha successivamente conseguito un Dottorato in Educazione (Fourah Bay College, University of Sierra Leone, 1974) ed un Post Graduate Diploma in Management (Glasgow College of Technology, 1981).

CII assicuratore e membro dell’Istituto assicurativo CII di Londra e del MBIM, ha ricoperto, tra gli altri, i seguenti incarichi: Assistente Insegnante presso il Sierra Leone Muslim Congress Boys Secondary School, Kissy Mess Mess, Freetown (1968-1969); Insegnante presso il Sierra Leone Muslim Brotherhood Secondary School, Berry Street, Freetown (1974-1977); Funzionario presso l’Ufficio Marketing della National Insurance Company SL. Ltd (NIC) (1977-1981); Vice Manager presso il Motor Insurance Depatment della NIC (1981); General Manager della Pauline Marie Trading Company, National Shipping Compound, Cline Town, Freetown (1981-1982); Membro del Parlamento Nazionale (1982); Vice Ministro dell’Agricoltura e delle Risorse Naturali (1982-1985); Ministro per il Commercio, l’Industria e le Imprese Statali (1985-1986); Managing Partner del Commercial AssociatesInsurance Brokerage, Management Consultancy Services and providers of Mechanical Cultivation Services (1986-1996); Membro del Parlamento Nazionale (1996-2012); Membro del Parlamento ECOWAS ad Abuja (2007-2012).

Dal 2012 è Ambasciatore in Belgio, ove risiede.

Oltre alla lingua madre parla inglese.

 

- S.E. il Signor Emanuel Antero GARCIA da VEIGA

Ambasciatore di Capo Verde presso la Santa Sede

S.E. il Signor Emanuel Antero GARCIA da VEIGA è nato il 3 gennaio 1962.

È sposato ed ha tre figli.

Laureato in Pubblica Amministrazione (University of Arizona, 1983), ha successivamente conseguito un Master in Business Administration (ISCTE, Portogallo, 2008).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Membro dello Staff Tecnico della Segreteria di Stato per la Pubblica Amministrazione (1986-1991); Funzionario dell’Ufficio per lo Sviluppo delle Risorse Umane dell’USAID (1991-1993); Funzionario presso il General Development Officer dell’USAID (1994-1996); Programme Advisor presso l’International Planned Parenthood Federation, Ufficio Regionale per l’Africa (1996-2001); Direttore di Gabinetto del Presidente della Repubblica (2001-2011); Capo dello Staff Civile della Presidenza della Repubblica (2011-2012).

Dal 2012 è Ministro dell’Ambiente, con residenza a Praia.

Oltre al portoghese parla l’inglese.

 

- S.E. il Signor Edouard BIZIMANA

Ambasciatore del Burundi presso la Santa Sede

S.E. il Signor Edouard BIZIMANA è nato il 10 febbraio 1968.

È sposato ed ha quattro figli.

Laureato in Lettere moderne/inglese (Università di Yaoundé, Camerun, 1998), ha ottenuto un master e poi un dottorato in Relazioni Internazionali (Istituto di Relazioni internazionali del Camerun, 2000 e 2003).

Entrato nella carriera diplomatica nel 2004, ha successivamente ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario del Ministero degli Affari Esteri (2004-2005); Vice-Capo del Protocollo del 2° Vice-Presidente (2006-2007); Primo Consigliere di Ambasciata a Washington DC (2007-2010); Consigliere del Direttore generale dell’Ufficio per le Organizzazioni internazionali e regionali presso il Ministero degli Affari Esteri (2011-2012); Segretario del Forum dei Partiti Politici (FDP) (febbraio-giugno 2012),

Dal giugno 2012 è Ambasciatore in Germania, ove risiede.

Oltre al kirundi ed al kiswahili, parla il francese e l’inglese.

 

- S.E. il Signor George Gregory BUTTIGIEG

Ambasciatore di Malta presso la Santa Sede

S.E. il Signor George Gregory BUTTIGIEG è nato a Sliema il 26 ottobre 1952.

È sposato ed ha due figlie.

Laureato in Chirurgia (Università di Malta, 1977), si è specializzato in medicina chirurgica e successivamente in Ostetricia e Ginecologia (Università di Medicina, Londra, 1977 e 1983).

Dal 1985 ha svolto le sue attività professionali come medico chirurgo, ginecologo e ostetrico presso l’Ospedale di San Luca e attualmente anche presso la struttura clinica Mater Dei a Malta.

Dal 1992 è stato responsabile delle consulenze mediche presso il nuovo Ospedale Mater Dei ed è stato Senior Lecturer and Examiner presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Malta,

Dal 1994 è anche specialista in colposcopia ed in oncologia e urologia ginecologica.

Dal 1988 Cavaliere di Grazia Magistrale dell’Ordine di Malta, è diventato nel 2006 Cavaliere Gran Croce di Obbedienza,

Dal 2000 è Direttore della Banca del sangue presso l’Associazione Maltese dello SMOM.

Dal 2005 è Ambasciatore di Malta presso l’Ordine di Malta.

Dal 2006 al 2010 e dal 2012 al 2013 è stato Primo Consigliere dell’Ambasciata di Malta presso la Santa Sede.

L’Ambasciatore risiede a Malta.

È autore di numerose pubblicazioni su ostetricia e ginecologia.

Parla l’inglese e l’italiano.

 

- S.E. il Signor Lars-Hjalmar WIDE

Ambasciatore di Svezia presso la Santa Sede

S.E. il Signor Lars-Hjalmar WIDE è nato a Stoccolma il 17 luglio 1952.

È sposato ed ha 2 figli.

Laureato presso la Stockholm School of Economics (1974), ha ricoperto i seguenti incarichi: Giornalista del Dagens Nyheter, Stoccolma (1974); Funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri (1975-1976); Secondo Segretario di Ambasciata a L’Avana (1977-1978); Membro della Delegazione svedese presso l’Assemblea Generale dell’O.N.U., New York (1979); Primo Segretario di Ambasciata a Madrid (1980-1982); Capo Sezione presso il Ministero degli Affari Esteri, Stoccolma (1983-1988); Consigliere di Ambasciata a Tel Aviv (1989-1990); Consigliere della Missione Permanente di Svezia presso l’O.N.U. (1991-1995); Capo Dipartimento presso il Ministero degli Affari Esteri (1996-2000); Direttore Generale del National Inspectorate of Strategic Products, Stoccolma (2001-2005); Ambasciatore e Capo di Gabinetto del Presidente della Sessantesima Sessione dell’Assemblea Generale dell’O.N.U., New York (2005); Capo del Protocollo del Ministero degli Affari Esteri (2006); First Marshall della Corte di S.M. il Re di Svezia (2007-2011); Ambasciatore in Pakistan (2011-2013).

L’Ambasciatore risiede a Stoccolma.

Oltre allo svedese parla inglese e spagnolo.

 

- S.E. il Signor Aman RASHID

Ambasciatore di Pakistan presso la Santa Sede

È nato nel 1961.

È sposato ed ha due figli.

Intrapresa la carriera diplomatica nel 1987, ha svolto le seguenti attività: Funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri (1987-1990); Corsi di Specializzazione (1990-1992); Funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri (1992-1994); Diplomatico a Parigi (1995-1997), a New Delhi (2001-2003), a Chicago (2007-2010), a Teheran (2010-2012); Direttore di Dipartimento presso il Ministero degli Affari Esteri (1998-2000 e 2004-2007); Direttore Generale del Ministero degli Affari Esteri (2012-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Berna, ove risiede.

Oltre alla lingua madre parla inglese.

 

- S.E. il Signor Paul William LUMBI

Ambasciatore di Zambia presso la Santa Sede

S.E. il Signor Paul William LUMBI è nato il 20 maggio 1936.

È sposato ed ha 3 figli.

Ha ottenuto un diploma in Economia, Diritto costituzionale e Sviluppo geografico (Private Study, Lusaka 1960).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario del Governo della Rhodesia del Nord, Lusaka (1957-1960); Funzionario amministrativo presso il Consolato Generale degli Stati Uniti d’America, Lusaka (1960-1962); Officiale per le Relazioni Industriali presso l’Anglo-American Corp, Chingola (1962-1964);- Primo Segretario di Ambasciata al Cairo (1964-1968); Vice High Commissioner a Londra (1970-1972); Amministratore Provinciale, Lusaka (1972-1979); Manager dell’IBM per il Distretto dell’Africa dell’Est (1973-1986); Membro del Parlamento ((1991-1996); Managing Partner presso la Chibwa Consultancy (1996-2000); Amministratore di Distretto, Luwingu (2000-2002); Manager presso la Carpentry and Joinery, Lusaka (2007-2010); High Commissioner ad Abuja (2011-2012).

Dal 2013 è High Commissioner a Londra, ove risiede.

Oltre alla lingua madre parla inglese.

 

- S.E. il Signor Thomas HAUFF

Ambasciatore di Norvegia presso la Santa Sede

S.E. il Signor Thomas HAUFF è nato il 19 aprile 1950.

È sposato ed ha 2 figli.

Laureato presso la Norwegian School of Economics and Business Administration (1973), ha successivamente conseguito un Master in International Affairs (Johns Hopkins University, USA, 1977).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Training presso il Ministero degli Affari Esteri (1977-1979); Addetto di Ambasciata a Teheran (1979-1981); Secondo Segretario di Ambasciata a Copenhagen (1981-1984); Senior executive officer presso il Ministero degli Affari Esteri (1984-1986); Primo Segretario della Missione norvegese presso l’Unione Europea a Bruxelles (1986-1989); Special Advisor presso il Norwegian Trade Council (1990-1991); Capo di Divisione presso il Ministero degli Affari Esteri (1991-1993); Assistente del Direttore Generale, Capo di Sezione for Trade Promotion, presso il Ministero degli Esteri (1993-1994); Consigliere di Ambasciata a Stoccolma (1994-1996); Capo Dipartimento presso il Ministero degli Affari Esteri (1996-2000); Vice Direttore Generale del Dipartimento Amministrativo del Ministero degli Affari Esteri (1996-1999); Ambasciatore a Singapore (1999-2002); Senior Advisor presso il Ministero degli Affari Esteri (2002-2003); Vice Direttore Generale del Protocollo presso il Ministero degli Esteri (2003-2006); Vice Direttore Generale del Dipartimento per la Cultura, la Diplomazia Pubblica ed il Protocollo presso il Ministero degli Esteri (2006-2007); Ambasciatore al Cairo (2007-2011); Console Generale ad Amburgo (2011-2012); Senior Advisor, Central Control Unit, presso il Ministero degli Affari Esteri (2012-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore in Svizzera, ove risiede.

Oltre al norvegese parla inglese, francese, tedesco e italiano.

 

- S.E. il Signor Bader Saleh AL-TUNAIB

Ambasciatore di Kuwait presso la Santa Sede

S.E. il Signor Bader Saleh AL-TUNAIB è nato il 25 gennaio 1966.

È sposato ed ha 6 figli.

Laureato in Scienze Politiche (University of Kuwait, 1988).

Ha intrapreso la carriera diplomatica nel 1989, ricoprendo i seguenti incarichi: Addetto presso il Ministero degli Affari Esteri (1989-1992); Addetto, e successivamente promosso Terzo (1993) e Secondo (1995) Segretario di Ambasciata, ad Ankara (1992-1996); Primo Segretario di Ambasciata al Cairo (1996-2000); Consigliere di Ambasciata a Praga (2000-2005); Console Generale ad Hong Kong e a Macao (2005-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Berna, ove risiede.

Oltre alla lingua madre parla inglese.

 

- S.E. il Signor Eric Yemdaogo TIARE

Ambasciatore di Burkina Faso presso la Santa Sede

S.E. il Signor Eric Yemdaogo TIARE è nato il 31 dicembre 1960.

È sposato ed ha tre figli.

Laureato in Scienze Giuridiche (Ecole Supèrieure de Droit, Université de Ouagadougou, Burkina Faso), ha successivamente conseguito: un Diplôme du Cycle A, Section Diplomatie (Ecole Nationale d’Administration et de Magistrature, Ouagadougou, Burkina Faso); un Master in Pubblica Amministrazione (Université du Québec, Ecole Nationale d’Administration Publique, Hull, Québec, Canada); Diploma di Specializzazione in Amministrazione Internazionale (Université du Québec, Ecole Nationale d’Administration Publique, Hull, Québec, Canada).

Ha intrapreso la carriera diplomatica nel 1988 ricoprendo i seguenti incarichi: Funzionario presso il Ministero degli Affari Esteri (1988-1992); Capo del Servizio Promozione e Reinserimento, Direzione dei cittadini del Burkina Faso all’estero, presso il Ministero degli Affari Esteri (1993-1994); Secondo e, successivamente, Primo Consigliere di Ambasciata a Ottawa (1995-2000); Portavoce del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Regionale (2000-2003); Ministro Consigliere di Ambasciata ad Abidjan (2003-2007); Incaricato d’Affari a.i. a Pretoria (febbraio 2007- novembre 2008); Direttore Generale per gli Affari Giuridici e Consolari presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Regionale (2009-2011); Segretario Generale, col rango di Ambasciatore, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Regionale (2011-2013).

Dal 2013 è Ambasciatore a Parigi, ove risiede.

Oltre alla lingua madre, parla inglese e francese.

 

- S.E. il Signor Marcel R. TIBALEKA

Ambasciatore di Uganda presso la Santa Sede

S.E. il Signor Marcel R. TIBALEKA è nato l’8 gennaio 1949

È sposato ed ha sette figli.

Laureato in Controle Pédagogique (Université de Clermont, Cavillam-Vichy, Francia, 1980), ha successivamente frequentato l’Istituto di Pubblica Amministrazione dell’Uganda (1986-1987).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario di polizia distaccato a Nsambya Barracks (1971-1972); Funzionario presso la Centrale di Polizia di Kampala (1973); Travel Control Office presso l’Aeroporto internazionale di Entebbe (1974-1975); District Special Branch Officer ad Arua (1976); District Special Branch Officer a Masaka (1977-1978); Uganda Liaison Office a Nairobi (1979-1980); Addetto Consolare a Nairobi (1981-1983); Capo del Foreign Liaison Special Branch (1983-1988); Capo delle Operazioni della Special Branch (1988-1996); Force Transport Officers (1996-2007); Pensionato dal Corpo di Polizia nel 2007.

Dal 2012 è Ambasciatore a Berlino, ove risiede.

Oltre alla lingua madre parla inglese.

 

- S.E. il Signor Makram Mustafa AL QUEISI

Ambasciatore di Giordania presso la Santa Sede

S.E. il Signor Makram Mustafa AL QUEISI è nato il 31 marzo 1970.

È sposato ed ha 3 figli.

Laureato in Scienze Informatiche (University of Jordan, Amman, 1992), ha successivamente ottenuto un Master in Diplomazia (Westminster University, Regno Unito, 1999).

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Funzionario presso l’Ufficio del Capo della Corte Reale ad Amman (1993-1994); Direttore dell’Ufficio di SAR il Principe Abdullah Bin Al Hussein, Amman (1994-1996); Vice Capo del Protocollo Reale ad Amman (1996-2005); Capo del Protocollo, col rango di Ambasciatore, presso il Ministero degli Affari Esteri (2005-2007); Ambasciatore in Austria e Rappresentante Permanente presso l’Ufficio delle Nazioni Unite ed Istituzioni Specializzate a Vienna (2007-2012).

Dal 2013 è Ambasciatore a Parigi, ove risiede.

Parla inglese.

[01867-01.01] [Testo originale: Italiano]

[B0833-XX.02]