www.vatican.va

Back Top Print Search



ZERBO Card. Jean


Card. ZERBO Jean

Il Cardinale Jean Zerbo, Arcivescovo di Bamako (Mali) è una porpora per lanciare un messaggio di concordia e di unità al popolo del Mali, che spera in una pace proclamata finora solo con le firme ma mai completamente raggiunta. L’arcivescovo di Bamako, Jean Zerbo, è considerato un protagonista di primo piano nell'opera di riconciliazione del Paese, con il suo stile sempre aperto al dialogo e all’incontro. Già nel 2012 era membro della delegazione della società civile maliana che ha partecipato ai colloqui tenutisi a Ouagadougou, in Burkina Faso, tra la giunta militare e i partiti politici dell’opposizione. Da quel momento in poi, si è sempre distinto nella ricerca della pacificazione nazionale e ha assunto un ruolo attivo nei negoziati, lanciando appelli in difesa dei più deboli, forte anche del suo incarico di presidente della Caritas del Paese.

Nato il 27 dicembre 1943 a Ségou – dove è stato ordinato sacerdote il 10 luglio 1971 – ha compiuto gli studi superiori a Lione, in Francia. Si è laureato in Sacra scrittura all’Istituto biblico di Roma ed è poi tornato nel suo Paese, svolgendo il ministero di parroco a Markala e di insegnante del seminario maggiore della capitale.

È stato eletto alla Chiesa titolare di Accia il 21 giugno 1988 e nominato vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Bamako. Quindi il 20 novembre successivo ha ricevuto l'ordinazione episcopale dal cardinale Jozef Tomko, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli. Trasferito come vescovo residenziale a Mopti il 19 dicembre 1994, è poi stato promosso il 27 giugno 1998 arcivescovo di Bamako.

Durante il ministero episcopale, non ha esitato a lanciare ripetuti appelli per le popolazioni vittime del conflitto, invitando ad aiutare i numerosi sfollati e rifugiati. Con particolare vigore ha sostenuto i diritti dei cristiani del Mali che, ha sostenuto, “stanno attraversando una prova che può essere paragonabile a quella dei discepoli dei primi secoli”. A questo proposito ha cercato sempre di costruire ponti di dialogo con i musulmani. Nella convinzione, è il suo messaggio, che “la pace si può raggiungere solo con la conversione dei cuori, a prescindere dalla fede, e noi cristiani siamo sempre chiamati a uno sforzo di riconciliazione»

Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 28 giugno 2017, del Titolo di Sant'Antonio da Padova in Via Tuscolana.

È Membro:

  • della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli.