www.vatican.va

Back Top Print Search



PORRAS CARDOZO Card. Baltazar Enrique


Card PORRAS CARDOZO Baltazar Enrique

Il Cardinale Baltazar Enrique Porras Cardozo, Arcivescovo di Mérida (Venezuela), è nato il 10 ottobre 1944 a Caracas, primo degli otto figli di Baltazar Porras Porras e Blanca Luz Cardozo Heredia. Nel 1958 è entrato nel Seminario interdiocesano della capitale e, dopo aver frequentato i corsi di filosofia, è stato inviato all’Università Pontificia di Salamanca, in Spagna, dove nel 1966 ha conseguito la licenza in teologia. Successivamente, nel 1977, ha completato la formazione con il dottorato in teologia pastorale all’Istituto superiore di pastorale della stessa università a Madrid. È stato ordinato sacerdote il 30 luglio 1967 nella cattedrale di Calabozo  dal vescovo eudista Miguel Antonio Salas Salas, poi suo predecessore come arcivescovo Mérida.

Nella diocesi di Calabozo, che dal 1995 è stata elevata al rango di sede metropolitana, ha svolto il ministero dapprima come vicario cooperatore, poi come parroco di Nostra Signora di los Ángeles fino al 1969, e successivamente come assistente dei Cursillos de cristiandad fino al 1975. Intanto, nel 1972 è stato nominato parroco di Nostra Signora della Mercede.

Nella seconda metà degli anni Settanta ha iniziato l’attività di insegnamento nel seminario e in altri istituti pubblici e privati, ed è stato incaricato della direzione del collegio di Nostra Signora del Rosario. È stato inoltre professore all’istituto universitario tecnologico (Iut) di Los Llanos. Nel 1978 è tornato a Caracas, per ricoprire vari incarichi nel seminario interdiocesano: vicerettore, vicedirettore accademico e professore di dogmatica e pastorale. Come rettore ha guidato invece il seminario San José per le vocazioni adulte di El Hatillo, sempre nella capitale venezuelana. All’attività di docenza ha unito quella di ricerca e di pubblicazione, che si è concentrata soprattutto sulla storia della Chiesa venezuelana.

 Il 23 luglio 1983 è stato nominato da Giovanni Paolo II vescovo titolare di Lamdia e ausiliare dell’arcidiocesi di Mérida, sulle Ande. Ha ricevuto l’ordinazione episcopale il successivo 17 settembre dal cardinale José Alí Lebrún Moratinos. Papa Wojtyła lo ha poi promosso quinto arcivescovo della città il 30 ottobre 1991 e il 29 giugno  1992 gli ha imposto il pallio nella Basilica di San Pietro. Dal 2 marzo 1998 all’8 giugno 1999 è stato anche amministratore apostolico sede vacante della diocesi di San Cristóbal.

Nell’ottobre 1992 ha partecipato alla quarta Conferenza generale dell’episcopato Latinoamericano a Santo Domingo. Per tre mandati ha ricoperto l’incarico di vicepresidente della Conferenza dei vescovi del Venezuela (dal 1993 al 1999 e dal 2009 al 2012) e per due consecutivi quello di presidente (1999-2006). In seno alla Conferenza ha avuto anche il ruolo di presidente della Commissione della cultura e delle comunicazioni sociali dal 2006 al 2009 e della Commissione per la pastorale sociale e della Caritas venezuelana dal 2012 al 2015.

Tra il 1995 e il 2000 è stato inoltre consultore della Pontificia Commissione per i beni culturali della Chiesa e membro della stessa per due quinquenni dal 1997 al 2007. Alla fine del 1997 ha partecipato all’assemblea speciale per l’America del Sinodo dei vescovi, del cui Consiglio postsinodale è tuttora membro, e nel 2015 alla quattordicesima Assemblea ordinaria dell’Assise sinodale dedicata al tema La vocazione e la missione della famiglia nella Chiesa e nel mondo contemporaneo. Dal 2007 al 2011 è stato primo vicepresidente del Celam, nel cui ambito aveva ricoperto anche gli incarichi di presidente del Dipartimento dei laici (1995-1999) e del Dipartimento della comunicazione (2003-2007).

Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 19 novembre 2016, del Titolo dei Santi Giovanni Evangelista e Petronio.

È Membro:

  • della Pontificia Commissione per l'America Latina;