www.vatican.va

Back Top Print Search



OMELLA Card. Juan José


Card. OMELLA OMELLA Juan José

Il Cardinale Juan José Omella Omella, Arcivescovo di Barcelona (Spagna) è un parroco con esperienza di missionario in Africa nello stile dei padri bianchi, impegnato nelle organizzazioni solidali ma anche con forte esperienza di governo. Il cardinale Juan José Omella Omella. settantuno anni, venti di episcopato in varie diocesi della Spagna, da un anno e mezzo è alla guida della storica sede metropolitana di Barcelona.

E' nato a Cretas, nell’arcidiocesi di Zaragoza, il 21 aprile 1946. Oltre agli studi nel seminario di Saragozza, ha frequentato i centri di formazione dei padri bianchi a Lovanio e Gerusalemme. Il 20 settembre 1970 ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale, svolgendo poi il ministero come economo parrocchiale a Langa e incaricato delle parrocchie di Villarroya, Mainar, Villadoz  e Torralbilla.

Dal 1976 al 1978 è stato coadiutore di Alcañiz e dal 1979 al 1983 economo parrocchiale di Castelserás e incaricato della parrocchia di Torrecilla de Alcañiz. Quindi, a partire dal 1990, ha svolto per sette anni l'ufficio di vicario episcopale della zona II nell'arcidiocesi di Saragozza –  corrispondente ai quartieri di Torrero, San José, Las Fuentes – essendo anche parroco a Calanda.

Missionario in Africa per un anno, ha svolto il suo servizio nello Zaire, oggi Repubblica democratica del Congo. Il 15 luglio 1996 è stato nominato vescovo titolare di Sasabe con l'incarico di ausiliare di Saragozza. Ha ricevuto l'ordinazione episcopale il 22 settembre dello stesso anno dall'arcivescovo Elías Yanes Álvarez, scegliendo come motto Per misericordiam Dei nostri.

Impegnato sul fronte della solidarietà, è stato consigliere nazionale di Manos unidas (1999-2015), l’organizzazione caritativa della Chiesa cattolica in Spagna per la lotta contro la fame.

Il 27 ottobre 1999 è stato trasferito come pastore nella sede residenziale di Barbastro-Monzón, della quale ha preso possesso il successivo 12 settembre. Dal 24 agosto 2001 al 19 dicembre 2003 è stato amministratore apostolico di Huesca e dal 19 ottobre 2001 al 19 dicembre 2003 ha amministrato anche la sede episcopale di Jaca. L’8 aprile 2004 è stato nominato vescovo di Calahorra y La Calzada – Logroño, facendo ingresso nella diocesi il 29 maggio dello stesso anno.

Fra le iniziative del suo ministero, da ricordare nel 2011 la lettera pastorale “Seminatori della parola, missionari di speranza”, ispirata ai cinquant’anni dell’invio dei primi preti fidei donum diocesani in Burundi  e dedicata proprio all’attualità dell'evangelizzazione. Il 31 maggio 2013 è stato eletto, tra l'altro, priore onorario di Nostra Signora di Valvanera per il suo ruolo nel pellegrinaggio della Vergine, organizzato dai diversi municipi di La Rioja in occasione dell’anno della fede.

Il 6 novembre 2014 è stato nominato membro della Congregazione per i vescovi. Esattamente un anno dopo, il 6 novembre 2015, è stato promosso alla sede arcivescovile di Barcellona, dove ha iniziato il ministero il 26 dicembre successivo. Nello stesso anno è divenuto gran priore per la Spagna orientale dell'ordine equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

In seno alla Conferenza episcopale spagnola, dal 14 marzo 2017 è membro del comitato esecutivo. Inoltre dal 1996 è membro della commissione  di pastorale sociale, della quale è stato anche presidente dal 2002 al 2008 e di nuovo nel triennio 2014-2017. Ha fatto parte, inoltre,  delle commissioni  di pastorale (1996-1999) e dell'apostolato secolare (1999-2002 e 2008-2011).

Da Papa Francesco creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 28 giugno 2017, del Titolo di Santa Croce in Gerusalemme.