www.vatican.va

Back Top Print Search



CACCIAVILLAN Card. Agostino


CACCIAVILLAN Card. Agostino

Il Cardinale Agostino Cacciavillan, Presidente emerito dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, è nato il 14 agosto 1926 a Novale di Valdagno, in diocesi e in provincia di Vicenza (Italia). Con la famiglia fu subito a Breganze e nel 1928 ad Arzignano, sempre nel Vicentino. Ad Arzignano visse con una famiglia numerosa di nove tra fratelli e sorelle.

Entrò nel seminario vescovile di Vicenza nel 1937, e vi frequentò i corsi ginnasiali, filosofici e teologici. Ordinato sacerdote il 26 giugno 1949, svolse per tre anni il ministero come vicario cooperatore nella parrocchia di Santa Maria in Colle, a Bassano del Grappa, allora affidata alla cura pastorale dell'Arciprete Abate Mons. Egidio Negrin, che nel 1952 diventò Arcivescovo di Ravenna. Dall'ottobre di quello stesso anno fu a Roma per studi alla Pontificia Università Gregoriana (licenza in scienze sociali), all'Università statale (laurea in giurisprudenza) e alla Pontificia Università Lateranense (laurea in diritto canonico). La passione per gli studi era accompagnata da impegno pastorale tra gli studenti universitari e i laureati cattolici.

Invitato ad entrare nella Pontificia Accademia Ecclesiastica di Piazza della Minerva, Roma, vi fu alunno per due anni (1957-1959), e dopo alcuni mesi di lavoro in Segreteria di Stato fu assegnato come Segretario alla Nunziatura Apostolica nelle Filippine. Svolse a Manila il suo servizio per quattro anni e mezzo. Dal 1964 al 1968 fu quindi Segretario della Nunziatura a Madrid, Spagna, e per alcuni mesi anche a Lisbona, Portogallo. Dal 1968 al 1976 lavorò in Segreteria di Stato, in particolare come Capo dell'Ufficio Informazione e Documentazione.

Il 17 gennaio 1976 il Papa Paolo VI lo nominò Arcivescovo titolare di Amiterno e Pro Nunzio Apostolico in Kenya e Delegato Apostolico nelle Seychelles. Ricevette l'Ordinazione episcopale il 28 febbraio successivo nella Basilica di San Pietro in Vaticano dalle mani del Cardinale Jean Villot, Segretario di Stato. In Kenya dal 1976 al 1981 fu anche Osservatore Permanente della Santa Sede presso gli Organismi delle Nazioni Unite per l'Ambiente e gli Insediamenti Umani (U.N.E.P., Habitat).

Il 9 maggio 1981 il Papa Giovanni Paolo II lo nominò Pro-Nunzio Apostolico in India, incarico al quale si aggiunse il 30 aprile 1985 quello di primo Pro-Nunzio Apostolico nel Regno del Nepal.

Il 13 giugno 1990 il Santo Padre lo trasferì nelle stesse funzioni alla Nunziatura Apostolica negli Stati Uniti d'America, assegnandogli in pari tempo l'incarico di Osservatore Permanente della Santa Sede presso l'Organizzazione degli Stati Americani (O.A.S.). A Washington D.C., fu anche Rappresentante della Santa Sede presso l'Associazione Mondiale dei Giuristi.

Il 5 novembre 1998 il Santo Padre lo nominò Presidente dell'Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (A.P.S.A.), ufficio che assunse nel seguente mese di dicembre. Come Presidente dell'A.P.S.A., ha svolto anche responsabilità in seno alla Fondazione «Centesimus Annus-Pro Pontifice». Dal 1° ottobre 2002 è Presidente emerito dell'A.P.S.A.

Ha partecipato al conclave dell’aprile 2005 che ha eletto Papa Benedetto XVI.

Da S. Giovanni Paolo II creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 21 febbraio 2001, del Titolo dei Santi Angeli Custodi a Città Giardino, Diaconia elevata pro hac vice a Titolo presbiterale (21 febbraio 2011).

(Cardinale Protodiacono dal 1° marzo 2008 al 20 febbraio 2011.)