www.vatican.va

Back Top Print Search



BECKER Card. Karl Josef, S.I.

BECKER Card. Karl Josef, S.I.

 Il Cardinale Karl Josef Becker, S.I., Docente emerito della Pontificia Università Gregoriana, è nato il 18 aprile 1928 a Köln, in Germania, in una famiglia di solida tradizione cattolica. Tanto che sotto il nazionalsocialismo, nonostante il rischio di rappresaglie, i genitori riuscirono a impedire l’iscrizione dei propri quattro figli (Constantin, Heinz, lo stesso Karl Josef e Anneliese) alle associazioni giovanili imposte dal regime. Suo padre, professore di lettere al liceo, subì ben due processi da parte delle autorità proprio a motivo della sua coerenza di vita e di fede, che non mancava di testimoniare anche nel suo stile educativo in famiglia come a scuola.

Il 13 aprile 1948, dopo aver studiato lingue classiche e storia, è entrato nella Compagnia di Gesù, seguito, tre anni dopo, dal fratello maggiore Constantin, morto nel 2002. Nel tempo della sua formazione, dapprima presso lo scolasticato di Pullach e successivamente alla facoltà di teologia di Sankt Georgen a Francoforte sul Meno (dove ha conseguito la licenza in teologia dogmatica), ha potuto contare sull’apporto e il sostegno di insigni docenti, tra i quali i gesuiti Walter Brugger e Alois Grillmeier (1910-1998), quest'ultimo creato cardinale nel 1994. Il 31 luglio 1958 ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale a Frankfurt.

Trasferitosi a Roma, presso la facoltà di teologia della Pontificia Università Gregoriana, ha conseguito nel 1963 il dottorato in sacra teologia, sotto la guida di padre Juan Alfaro, con una tesi dal titolo Die Rechtfertigungslehre nach Domingo de Soto. Das Denken eines Konzilsteilnehmers vor, in und nach Trient («Analecta Gregoriana» 156, series Th., sectio B, n. 49, Roma 1967).

Dopo un breve periodo (1963-1969) di docenza a Francoforte, nella Facoltà della Hochschule Sankt Georgen diretta dai Gesuiti, dove ha tenuto i suoi primi corsi relativi ai grandi trattati della dogmatica cattolica (De Eucharistia, De Deo Uno, De Gratia e De Inspiratione), nel 1969 è stato chiamato a Roma come docente della Gregoriana, dove ha insegnato per più di trent’anni, divenendo emerito nel 2003.

Come ordinario di teologia dogmatica ha tenuto numerosi corsi in sacramentaria generale, su confermazione e battesimo, in dottrina della Grazia, sul rapporto tra magistero e teologia, sul metodo teologico, sul Credo e sull’interpretazione del dogma. Direttore della rivista «Gregorianum» dal 1972 al 1985, ha pubblicato numerosi saggi e diretto oltre cinquanta tesi dottorali, spaziando in questa sua intensa attività di studioso ed educatore tra tematiche teologiche e dogmatiche, soprattutto in riferimento alle opere di Isacco della Stella, Guglielmo di Saint Thierry, san Bonaventura, san Tommaso d’Aquino, il cardinale Cayetano, Francisco Suárez, Matthias Joseph Scheeben, Henry de Lubac. Dei professori della Gregoriana è stato tra quelli che hanno particolarmente promosso lo studio del concilio di Trento e dei documenti del Vaticano II.

Ha inoltre contribuito alla comprensione della figura di Antonio Rosmini e alla corretta interpretazione del «subsistit in» con articoli particolarmente significativi pubblicati su «L'Osservatore Romano».

Il volume Catholic Engagement with Worldreligions. A comprehensive Study (Orbis Book, 2010) — redatto insieme a Ilaria Morali, sua ex-alunna, poi docente di teologia presso la facoltà di missiologia della stessa università — è incentrato sul tema della teologia delle religioni e sulla necessità di un corretto metodo da parte cattolica per affrontare le questioni inerenti il rapporto cristianesimo-religioni. Quest’ultima pubblicazione testimonia l’attenzione del teologo Becker per temi e questioni di particolare attualità per la Chiesa.

Accanto alla vasta attività di docenza e di ricerca scientifica alla Gregoriana, occorre ricordare che a partire dal 1985 - prefetto il cardinale Joseph Ratzinger - padre Becker è stato chiamato all’impegnativo compito di consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede. Dal 1997 al 1999 ha partecipato alle ultime due importanti sedute che hanno preparato la Dichiarazione congiunta sulla dottrina della giustificazione. In seguito (2009-2011) ha preso parte alle otto sedute del Gruppo di lavoro costituito dalla Commissione Ecclesia Dei per condurre i colloqui con la Fraternità di Pio X.

Nel 2003, in occasione del suo settantacinquesimo compleanno, su iniziativa dei suoi ex-dottorandi, è stato pubblicato un ponderoso Festschrift, dal significativo titolo Sentire cum Ecclesia. Homenaje al Padre Karl Josef Becker s.j. (a cura di E. Benavent Vidal e Ilaria Morali, Facultad de Teología San Vicente Ferrer, Pontificia Università Gregoriana, Valencia, Promolibro 2003). Nella circostanza il cardinale Ratzinger non solo ha partecipato alla redazione della miscellanea con un personale contributo (Eucharistie-Communio-Solidarität), ma ha anche presieduto personalmente la presentazione del volume, avvenuta il 14 novembre 2003 nell’aula magna dell'ateneo della Compagnia di Gesù.

Da Benedetto XVI creato e pubblicato Cardinale nel Concistoro del 18 febbraio 2012, della Diaconia di San Giuliano Martire.

 

Il Cardinale Karl Josef Becker, S.I è deceduto a Roma il 10 febbraio 2015.