www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Udienza al Rabbino Abraham Skorka per la presentazione di una speciale edizione della Torah, con il Gruppo editoriale, 23.02.2017


Saluto del Santo Padre

Traduzione in lingua inglese

Alle ore 11.45 di questa mattina, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza il Rabbino Abraham Skorka per la presentazione di una speciale edizione della Torah, con il Gruppo editoriale.

Pubblichiamo di seguito il saluto che il Papa ha rivolto ai presenti nel corso dell’incontro:

Saluto del Santo Padre

Cari amici,

con gioia porgo il mio cordiale saluto a tutti voi, che siete venuti per la presentazione di una nuova e preziosa edizione della Torah. Ringrazio il Rabbino Abraham Skorka, fratello e amico, per le sue parole, e sono molto grato a tutti voi perché avete avuto questo pensiero, che oggi ci fa incontrare intorno alla Torah, vale a dire intorno al dono del Signore, alla Sua rivelazione, alla Sua parola.

La Torah, che san Giovanni Paolo II definì «l’insegnamento vivo del Dio vivente» (Discorso ai partecipanti alla celebrazione del XXV della Dichiarazione «Nostra aetate», 6 dicembre 1990, 3), manifesta l’amore paterno e viscerale di Dio, un amore fatto di parole e di gesti concreti, un amore che diventa alleanza. E proprio questa parola alleanza è ricca di risonanze che ci accomunano. Dio è il più grande e fedele Alleato. Egli ha chiamato Abramo per formare da lui un popolo che diventasse benedizione per tutti i popoli della terra, e sogna un mondo in cui gli uomini e le donne siano alleati con Lui e quindi vivano in armonia fra di loro e con il creato. In mezzo a tante parole umane che purtroppo spingono alla divisione e alla competizione, queste parole divine di alleanza aprono a tutti noi vie di bene da percorre insieme. Anche la presente pubblicazione è frutto di una “alleanza” tra persone di differenti nazionalità, età e confessioni religiose che hanno saputo lavorare insieme.

Il dialogo fraterno e istituzionale tra ebrei e cristiani è ormai consolidato ed efficace, attraverso un confronto continuo e collaborativo. Questo vostro dono odierno si inserisce pienamente in tale dialogo, che non si esprime solo attraverso le parole, ma anche nei gesti. L’ampia parte introduttiva aggiunta al testo e la nota dell’Editore sottolineano questo atteggiamento di dialogo, esprimendo una visione culturale aperta, nel rispetto reciproco e nella pace, in sintonia con il messaggio spirituale della Torah. Le importanti Personalità religiose che hanno lavorato a questa nuova edizione hanno prestato speciale cura anche alla dimensione letteraria del testo, così come le preziose tavole a colori hanno aggiunto ulteriore valore alla pubblicazione.

Ma ogni edizione della Sacra Scrittura contiene un valore spirituale che supera infinitamente quello materiale. Chiedo a Dio di benedire tutte le persone che hanno collaborato a questa opera, e in modo particolare tutti voi, a cui rinnovo il mio personale ringraziamento. Grazie.

[00282-IT.02] [Testo originale: Italiano]

Traduzione in lingua inglese

Dear Friends,

I offer a warm welcome to all of you, who have come to present me with a new and precious edition of the Torah. I thank Rabbi Abraham Skorka, brother and friend, for his kind words, and I am very grateful to all of you for this thoughtful gesture, which brings us together today around the Torah as the Lord’s gift, his revelation, his word.

The Torah, which Saint John Paul II called “the living teaching of the living God” (Address for the Twenty-fifth Anniversary of the Declaration “Nostra Aetate”, 6 December 1990, 3), manifests the paternal and visceral love of God, a love shown in words and concrete gestures, a love that becomes covenant. The very word covenant is resonant with associations that bring us together. God is the greatest and most faithful covenantal partner. He called Abraham in order to form from him a people who would become a blessing for all peoples of the earth. God desires a world in which men and women are bound to him and as a result live in harmony among themselves and with creation. In the midst of so many human words that lead to tragic division and rivalry, these divine words of covenant open before all of us paths of goodness to walk together. This publication is itself the fruit of a “covenant” between persons of different nationalities, ages and religious confessions, who joined in this common effort.

The fraternal and institutional dialogue between Jews and Christians is now well-established and effective, made so by encounters that are ongoing and collaborative. The gift that you are making to me today is fully a part of this dialogue, which finds expression not only in words but also in gestures. The extensive introduction to the text and the editor’s note emphasize this dialogical approach and communicate a cultural vision of openness, mutual respect and peace that accords with the spiritual message of the Torah. The important religious figures who have worked on this new edition have paid special attention both to the literary aspect of the text and to the full-colour illustrations that add further value to the publication.

Every edition of sacred Scripture, however, possesses a spiritual value that infinitely surpasses its material value. I ask God to bless all those who contributed to this work and, in a particular way, to bless all of you, to whom I renew my personal gratitude. Thank you.

[00282-EN.02] [Original text: Italian]

[B0115-XX.02]