www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Rinunce e nomine, 09.12.2016


Rinuncia del Vescovo di Rockville Centre (U.S.A.) e nomina del successore

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Rockville Centre (U.S.A.), presentata da S.E. Mons. William F. Murphy.

Il Papa ha nominato Vescovo di Rockville Centre (U.S.A.) S.E. Mons. John O. Barres, finora Vescovo di Allentown.

    S.E. Mons. John O. Barres

S.E. Mons. John O. Barres è nato il 20 settembre 1960 a Port Chester nell’arcidiocesi di New York. Dopo aver frequentato la “Phillips Academy” ad Andover (Massachusetts), ha conseguito il Baccalaureato in Letteratura Inglese alla “Princeton University” a Princetown (New Jersey) nel 1982 ed il “Master of Business Administration” in “Management” presso la “New York University Graduate School of Business” nel 1984. Entrato in Seminario, ha seguito gli studi teologici presso il “Theological College” dell’Università Cattolica Americana a Washington, dove ha ottenuto la Licenza in Teologia Sistematica (1989). Successivamente, ha ottenuto la Licenza in Diritto Canonico e la Licenza e il Dottorato in Teologia Spirituale presso la Pontificia Università della Santa Croce a Roma (1996-1999).

È stato ordinato sacerdote il 21 ottobre 1989 per la diocesi di Wilmington (Delaware).

Dopo l’ordinazione sacerdotale, ha svolto i seguenti incarichi: Vicario parrocchiale della “Holy Family Parish” a Newark (1989-1992) e della “Saint Elizabeth Parish” a Wilmington (1992-1996); Vice-Cancelliere (1999-2000), Cancelliere (2000-2009) e Parroco della “Holy Child Parish” a Wilmington (2009). Inoltre, è stato membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori.

Nel 2005 è stato nominato Prelato d’Onore di Sua Santità.

Nominato Vescovo di Allentown il 27 maggio 2009, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 30 luglio successivo.

In seno alla Conferenza Episcopale è Presidente della “Commission for Divine Cult” e Membro del “Committee for Evangelization and Catechesis”. Dal 2013 è Delegato episcopale per le “Pontifical Mission Societies in the United States”.

Oltre all’inglese, parla l’italiano, il francese e lo spagnolo.

[01973-IT.01]