www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Firma di un Accordo tra la Santa Sede e la Repubblica Centroafricana, 07.09.2016


Martedì 6 settembre 2016, presso il Palais de la Renaissance di Bangui, sede della Presidenza della Repubblica, alla presenza di S.E. il Prof. Faustin Archange Touadéra, Capo dello Stato, è stato firmato l’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Centroafricana su materie di interesse comune.

Per la Santa Sede ha firmato l’Ecc.mo Mons. Franco Coppola, Arcivescovo titolare di Vinda e Nunzio Apostolico, e per la Repubblica Centroafricana, S.E. il Sig. Charles Armel Doubane, Ministro degli Affari Esteri, dell’Integrazione africana e dei Centrafricani all’estero.

Hanno partecipato al solenne atto:

da parte ecclesiastica: S.E. Mons. Dieudonné Nzapalainga, C.S.Sp., Arcivescovo di Bangui e Presidente della Conferenza Episcopale; Rev.do Sac. Mathieu Fabrice Evrard Bondobo, Parroco della Cattedrale e Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Bangui; Sig.ra Brigitte Izamo Balipou, magistrato, già Consigliere della Presidenza; Avv. Mathias Bathélemy Morouba, Consigliere giuridico dell’Arcidiocesi di Bangui; Rev.do David Paul Charters, Segretario della Nunziatura Apostolica.

Da parte statale: Sig. Firmin Ngrebada, Direttore di Gabinetto della Presidenza della Repubblica; Sig. Stanislas Moussa-Kembe, Ministro Consigliere diplomatico della Presidenza; Ambasciatore Cherubin Mologbana, Direttore di Gabinetto del Ministero degli Affari Esteri; Ambasciatrice Laeticia Boukoro, Consigliere diplomatico presso il Ministero degli Affari Esteri; Ambasciatore Wilfried-Perks Bwamba, Direttore generale per gli Affari giuridici e amministrativi del Ministero degli Affari Esteri; Ambasciatore Gilbert Touangai, Direttore generale per gli Affari politici del Ministero degli Affari Esteri.

L’Accordo Quadro, costituito da un preambolo e 21 articoli, fissa il quadro giuridico delle relazioni tra la Chiesa e lo Stato, disciplinando materie di interesse comune. Le due Parti, pur salvaguardando l’indipendenza e l’autonomia che sono loro proprie, si impegnano a collaborare per il benessere morale, spirituale e materiale della persona umana e per la promozione del bene comune. L’Accordo Quadro entrerà in vigore con lo scambio degli Strumenti di Ratifica.

[01404-IT.01] [Testo originale: Italiano]

[B0625-XX.01]