www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Viaggio Apostolico di Sua Santità Francesco in Ecuador, Bolivia e Paraguay (5-13 luglio 2015) – Recita dell’Angelus a Ñu Guazú di Asunción e Incontro con i Vescovi del Paraguay, 12.07.2015


Recita dell’Angelus nel Campo grande di Ñu Guazú

Incontro con i Vescovi del Paraguay nella Nunziatura di Asunción

Recita dell’Angelus nel Campo grande di Ñu Guazú

Parole del Papa prima dell’Angelus

Traduzione in lingua italiana

Traduzione in lingua inglese

Al termine della Celebrazione Eucaristica nel Campo grande di Ñu Guazú, dopo il saluto dell’Arcivescovo di Asunción, S.E. Mons. Edmundo Ponciano Valenzuela Mellid, S.D.B., e dell’Arcivescovo ortodosso di Buenos Aires ed Esarca del Sudamerica, Tarasios, il Santo Padre Francesco ha guidato la recita dell’Angelus.
Queste le parole del Papa nell’introdurre la preghiera mariana con i fedeli di Asunción:

Parole del Papa prima dell’Angelus

Agradezco al Señor Arzobispo de Asunción, Mons. Edmundo Ponziano Valenzuela Mellid, y al Señor Arzobispo [ortodoxo] de Sudamérica, Tarasios, las amables palabras.

Al terminar esta celebración dirigimos nuestra mirada confiada a la Virgen María, Madre de Dios y Madre nuestra. Ella es el regalo de Jesús a su pueblo. Nos la dio como madre en la hora de la cruz y del sufrimiento. Es fruto de la entrega de Cristo por nosotros. Y, desde entonces, siempre ha estado y estará con sus hijos, especialmente los más pequeños y necesitados.

Ella ha entrado en el tejido de la historia de nuestros pueblos y sus gentes. Como en tantos otros países de Latinoamérica, la fe de los paraguayos está impregnada de amor a la Virgen. Acuden con confianza a su madre, le abren su corazón y le confían sus alegrías y sus penas, sus ilusiones y sus sufrimientos. La Virgen los consuela y con la ternura de su amor les enciende la esperanza. No dejen de invocar y confiar en María, madre de misericordia para todos sus hijos sin distinción.

A la Virgen, que perseveró con los Apóstoles en espera del Espíritu Santo (cf. Hch 1,13-14), le pido también que vele por la Iglesia, y fortalezca los vínculos fraternos entre todos sus miembros. Que con la ayuda de María, la Iglesia sea casa de todos, una casa que sepa hospedar, una madre para todos los pueblos.

Queridos hermanos: les pido, por favor, que no se olviden de rezar por mí. Yo sé muy bien cuánto se quiere al Papa en Paraguay. También los llevo en mi corazón y rezo por ustedes y por su País.

Y ahora los invito a rezar el Ángelus a la Virgen.

Bendición:

Que el Señor los bendiga y los proteja, haga brillar su Rostro sobre ustedes y les otorgue su misericordia. Vuelva su mirada hacia ustedes y les conceda la paz. La bendición de Dios Todopoderoso, el Padre, el Hijo y el Espíritu Santo descienda sobre ustedes y permanezca para siempre.

[01184-ES.02] [Texto original: Español]

Traduzione in lingua italiana

Ringrazio l’Arcivescovo di Asunción, Mons. Edmundo Ponziano Valenzuela Mellid, e l’Arcivescovo [ortodosso] del Sudamerica, Tarasios, per le cortesi parole.

Al termine di questa celebrazione rivolgiamo il nostro sguardo fiducioso alla Vergine Maria, Madre di Dio e Madre nostra. Ella è il dono di Gesù al suo popolo. Ce l’ha data come madre nell’ora della croce e della sofferenza. È frutto dell’oblazione di Cristo per noi. E, da allora, è sempre stata e sempre sarà con i suoi figli, specialmente i più piccoli e bisognosi.

Lei è entrata nella trama della storia dei nostri popoli e delle loro genti. Come in molti altri Paesi dell’America Latina, la fede dei paraguaiani è impregnata di amore alla Vergine. Andate con fiducia dalla vostra madre, le aprite il vostro cuore, e le confidate le vostre gioie e i vostri dolori, le vostre speranze e le vostre sofferenze. La Vergine vi consola e con la tenerezza del suo amore accende in voi la speranza. Non cessate di invocare Maria e di confidare in lei, madre di misericordia per tutti i suoi figli senza distinzione.

Alla Vergine, che perseverò con gli Apostoli in attesa dello Spirito Santo (cfr At 1,13-14), chiedo anche che vegli sulla Chiesa e rafforzi i vincoli fraterni tra tutti i suoi membri. Con l’aiuto di Maria, la Chiesa sia casa di tutti, una casa che sappia ospitare, una madre per tutti i popoli.

Cari fratelli, vi chiedo per favore di non dimenticarvi di pregare per me. So molto bene quanto si ama il Papa in Paraguay. Anch’io vi porto nel mio cuore e prego per voi e per il vostro Paese.

Ed ora vi invito a recitare l’Angelus alla Vergine.

Benedizione:

Il Signore vi benedica e vi protegga; faccia risplendere il suo volto su di voi e vi conceda la sua misericordia; volga il suo sguardo su di voi e vi conceda pace. E la benedizione di Dio Onnipotente, Padre, Figlio e Spirito Santo discenda su di voi e con voi rimanga sempre.

[01184-IT.02] [Testo originale: Spagnolo]

Traduzione in lingua inglese

I thank the Archbishop of Asuncion, the Most Reverend Edmundo Ponziano Valenzuela Mellid, and the Orthodox Archbishop of South America, Tarasios, for their kind words.

At the end of this celebration we look with trust to the Virgin Mary, Mother of God and our Mother. She is the gift that Jesus gives to his people. He gave her to us as our Mother at the hour of his cross and suffering. She is the fruit of Christ’s sacrifice for us. And from that moment, Mary has always been, and will always be, with her children, especially the poor and those most in need.

Mary has become part of the tapestry of human history, of our lands and peoples. As in so many other countries of Latin America, the faith of the Paraguayan people is imbued with love of the Virgin Mary. They approach their mother with confidence, they open their hearts and entrust to her their joys and sorrows, their aspirations and sufferings. Our Lady consoles them and with tender love fills them with hope. They never cease to turn with trust to Mary, mother of mercy for each and every one of her children.

I also ask the Blessed Mother, who persevered in prayer with the Apostles as they waited for the Holy Spirit (Acts 1,13-14), to watch over the Church and strengthen her members in fraternal love. With Mary’s help, may the Church be a home for all, a welcoming home, a mother for all peoples.

Dear brothers and sisters: I ask you please not to forget to pray for me. I know very well how much the Pope is loved in Paraguay. I also keep you in my heart and I pray for you and your country.

Let us now join in praying the Angelus to the Blessed Virgin.

Final Blessing

May the Lord bless you and keep you, and make his face shine upon you and give you his mercy. May he look upon you and grant you peace. May the blessing of Almighty God, Father, Son, and Holy Spirit come upon you and remain forever.

[01184-EN.02] [Original text: Spanish]

Incontro con i Vescovi del Paraguay nella Nunziatura di Asunción

Rientrato alla Nunziatura Apostolica di Asunción, alle ore 13 il Santo Padre Francesco ha incontrato i Vescovi del Paraguay.

Nel Centro Culturale della Nunziatura, il Papa ha ricevuto il saluto del Presidente della Conferenza Episcopale, S.E. Mons. Catalino Claudio Giménez Medina, Vescovo di Caacupé, quindi l’incontro del Santo Padre con i Presuli è proseguito in forma privata.

Papa Francesco ha poi pranzato con i Vescovi del Paraguay e con i membri del Seguito, nell’edificio centrale della Nunziatura Apostolica.

[01199-IT.01]

[B0568-XX.02]