www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Comunicato del Pontificio Consiglio "Cor Unum" e della Pontificia Commissione per l’America Latina: Papa Francesco convoca in Vaticano una Conferenza su Haiti a cinque anni dal terremoto, 09.01.2015


Comunicato del Pontificio Consiglio "Cor Unum" e della Pontificia Commissione per l’America Latina: Papa Francesco convoca in Vaticano una Conferenza su Haiti a cinque anni dal terremoto

Sabato 10 gennaio si terrà in Vaticano, presso la sala di Palazzo San Pio X, una Conferenza su Haiti, dal titolo "La comunione della Chiesa: memoria e speranza per Haiti a cinque anni del terremoto". La Conferenza, organizzata dal Pontificio Consiglio "Cor Unum" e dalla Pontificia Commissione per l’America Latina, in collaborazione con i vescovi di Haiti, si svolge a seguito di un desiderio del Santo Padre e ha lo scopo di mantenere viva l’attenzione su un Paese che ancora soffre per le conseguenze di quella catastrofe e di ribadire la vicinanza della Chiesa al popolo haitiano in questa fase di ricostruzione. Sarà soprattutto l’occasione per fare un bilancio degli aiuti destinati al Paese, nonché per analizzare i risultati della implementazione dei progetti realizzati dal 2010 a oggi.

All’incontro prenderanno parte i Rappresentanti della Santa Sede, della Chiesa locale haitiana e di alcune Conferenze episcopali, operatori degli organismi di carità cattolici, congregazioni religiose, e vari rappresentanti diplomatici accreditati presso la Santa Sede.

Alla ore 9, dopo il saluto di benvenuto del Card. Marc Ouellet, presidente della Pontificia Commissione per l’America Latina, e la relazione introduttiva del Card. Robert Sarah, che, da presidente di "Cor Unum" fino alla fine del 2014, ha curato la gestione dei doni del Santo Padre per la Chiesa locale dell’isola, una prima parte della conferenza sarà dedicata a "Uno sguardo complessivo sul processo di ricostruzione materiale e spirituale". In questa sessione prenderanno la parola il Card. Chibly Langlois, vescovo di Les Cayes e presidente della Conferenza episcopale di Haiti; monsignor Thomas Gerard Wenski, arcivescovo di Miami; Alberto Piatti, presidente della Fondazione AVSI (Associazione Volontari Solidarietà Internazionale), che gestisce alcune opere di carità sull’isola; infine Eduardo Marques de Almeida, già rappresentante della Banca Inter-Americana dello Sviluppo ad Haiti. Alle 11.30 i delegati presenti saranno ricevuti in udienza da Papa Francesco presso il Palazzo Apostolico.

Nel pomeriggio sarà dato spazio alle testimonianze di quanti operano nel contesto della ricostruzione: i presenti potranno perciò condividere le esperienze di cooperazione internazionale sorte a seguito del terremoto e avere uno spazio comune di discussione e dibattito riguardo a criteri di azione e priorità per il futuro. Al termine dei lavori monsignor Giampietro Dal Toso, segretario del Pontificio Consiglio "Cor Unum", terrà una sintesi conclusiva che metterà in evidenza le problematiche ancora aperte e le prospettive da affrontare nel prossimo futuro. Alle 18.30 nella Chiesa di Santa Maria in Traspontina il Segretario di Stato, Card. Pietro Parolin, presiederà la celebrazione eucaristica a chiusura della giornata.

Nel gennaio 2010 l’isola di Haiti venne investita da un terremoto sviluppatosi nelle vicinanze della capitale, Port-au-Prince, che devastò il territorio e colpì la popolazione causando circa 230 mila morti. Le stime della Croce Rossa Internazionale e delle Nazioni Unite, tuttavia, parlano di quasi 3 milioni di persone effettivamente coinvolte dal sisma. Il terremoto distrusse gran parte delle opere infrastrutturali, migliaia di abitazioni, nonché tutti gli ospedali dell’isola.

[00034-01.01]

[B0016-XX.01]