www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 03.09.2007


RINUNCE E NOMINE

RINUNCIA DELL'ARCIVESCOVO DI CAMERINO-SAN SEVERINO MARCHE (ITALIA) E NOMINA DL SUCCESSORE

RINUNCIA DEL PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA E NOMINA DEL NUOVO PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA E DEL PRESIDENTE DELLE PONTIFICIE COMMISSIONI PER I BENI CULTURALI DELLA CHIESA E DI ARCHEOLOGIA SACRA 

RINUNCIA DEL SEGRETARIO DELLA PREFETTURA DEGLI AFFARI ECONOMICI DELLA SANTA SEDE E NOMINA DEL SUCCESSORE

NOMINA DEL NUNZIO APOSTOLICO IN MALTA E IN LIBIA NOMINA DEL NUNZIO APOSTOLICO IN MALTA E IN LIBIA

NOMINA DEL NUNZIO APOSTOLICO NELLE FILIPPINE

RINUNCIA DELL'ARCIVESCOVO DI CAMERINO-SAN SEVERINO MARCHE (ITALIA) E NOMINA DL SUCCESSORE

Il Santo Padre Benedetto XVI ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche (Italia), presentata da S.E. Mons. Angelo Fagiani, in conformità al can. 401 § 2 del Codice di Diritto Canonico.

Il Papa ha nominato Arcivescovo di Camerino-San Severino Marche (Italia) Mons. Francesco Giovanni Brugnaro, finora Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione Mondiale del Turismo.

 Mons. Francesco Giovanni Brugnaro
Mons. Francesco Giovanni Brugnaro è nato il 16 marzo 1943 a San Donà di Piave, diocesi di Treviso e provincia di Venezia.
Ha frequentato il ginnasio-liceo "Manfredini" dei Salesiani in Este, conseguendo la Maturità classica al Liceo classico "Tito Livio" di Padova. Si è laureato nel 1966 in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Padova, conseguendovi poi il Diploma di Perfezionamento nel 1969. Divenuto Assistente di ruolo e specializzandosi ad Heidelberg ed a Loavain-la-Neuve, è diventato nel 1974 Professore di Storia della Filosofia presso l’Università della Calabria (CS).
È stato Delegato diocesano e Consigliere nazionale del Movimento Studenti dell’Azione Cattolica (GIAC) e, dal 1969 al 1973, Membro del Consiglio Pastorale della diocesi di Padova. Ha insegnato "Problemi di Filosofia Contemporanea" nel Seminario di Padova sezione parallela della Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, frequentandovi anche gli studi teologici istituzionali. Dal 1973 al 1981 è stato animatore degli ex-allievi delle scuole di D. Bosco, contribuendo a rifondare il Collegio salesiano "Manfredini" in Este. Dal 1975 al 1980 è stato eletto Consigliere del Comune di Padova ed è diventato poi Assessore ai Beni Culturali.
Nel 1980 è entrato nel Seminario di Venegono Inferiore dell’arcidiocesi di Milano. Dal 1981 al 1986 è stato alunno del Pontificio Seminario Lombardo, ed ha frequentato la Pontificia Università Gregoriana ove ha conseguito il Bacellierato, la Licenza in "Historia Philosophiae Modernae" ed in Teologia Fondamentale con il Dottorato.
Il 18 dicembre 1982 è stato ordinato sacerdote dell’arcidiocesi ambrosiana. Rientrato da Roma nel 1986, è stato nominato Assistente Ecclesiastico dell’Università degli Studi di Milano; come Cappellano del Policlinico ha insegnato Etica medica e Deontologia professionale. È stato inoltre Segretario della Consulta per la Pastorale della Cultura e dell’Università e Docente di Storia della Filosofia e di Filosofia della Religione all’Istituto Superiore di Scienze Religiose. Dal 1991 è stato Assistente Spirituale del Monastero della Visitazione di S. Maria e, dal 1993, Priore per la regione ecclesiastica lombarda dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.
Dal 1° dicembre 1994 è stato chiamato al servizio della Santa Sede presso la Congregazione per le Chiese Orientali in qualità di minutante e ne è diventato Capo Ufficio nel 2002. Dal 1996 è stato nominato dalla Segreteria di Stato Assistente ecclesiastico dell’Organizzazione Mondiale degli/e Ex-alunni/e delle scuole cattoliche (O.M.A.E.E.C.) ed Assistente del Lazio per la CONFEDEREX.
In Roma ha insegnato all’Istituto di Scienze Religiose "Regina Mundi" e al Pontificio Istituto Orientale. Collabora dal 1982 con la Fondazione "Comunità Domenico Tardini" Villa Nazareth e segue spiritualmente la Residenza femminile. Dal 1996 presta servizio festivo e collabora pastoralmente con le Figlie dell’Oratorio all’Acquedotto Felice nella borgata di Porta Furba al Quadraro in Roma.
Il 31 gennaio 2005 il Servo di Dio Papa Giovanni Paolo II lo ha nominato Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’Organizzazione Mondiale del Turismo (O.M.T. – U.N.W.T.O.).

[01195-01.01]

RINUNCIA DEL PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA E NOMINA DEL NUOVO PRESIDENTE DEL PONTIFICIO CONSIGLIO DELLA CULTURA E DEL PRESIDENTE DELLE PONTIFICIE COMMISSIONI PER I BENI CULTURALI DELLA CHIESA E DI ARCHEOLOGIA SACRA

Il Santo Padre Benedetto XVI ha accolto la rinunzia presentata dall’Em.mo Card. Paul Poupard, per raggiunti limiti d’età, all’incarico di Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura ed ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico il Rev.do Mons. Gianfranco Ravasi, finora Prefetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, ed in pari tempo lo ha nominato Presidente delle Pontificie Commissioni per i Beni Culturali della Chiesa e di Archeologia Sacra, assegnandogli la Sede titolare di Villamagna di Proconsolare, con dignità di Arcivescovo.

[01191-01.01]

RINUNCIA DEL SEGRETARIO DELLA PREFETTURA DEGLI AFFARI ECONOMICI DELLA SANTA SEDE E NOMINA DEL SUCCESSORE

Il Santo Padre Benedetto XVI ha accolto la rinunzia presentata da S.E. Mons. Franco Croci, per raggiunti limiti d’età, all’incarico di Segretario della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede ed ha chiamato a succedergli nel medesimo incarico il Rev.do Mons. Vincenzo Di Mauro, finora Delegato della Sezione Ordinaria dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, elevandolo in pari tempo alla Sede vescovile tit. di Arpi.

 Rev.do Mons. Vincenzo Di Mauro
È nato a Monza (Milano), il 1° dicembre 1951.
Ha frequentato la scuola media nei seminari milanesi, prima in quello minore di Masnago e successivamente nel Seminario di Seveso ed in quello del Duomo, fino al conseguimento della maturità.
Ha compiuto gli studi teologici nei Seminari milanesi di Saronno e di Venegono.
È stato ordinato Sacerdote il 12 giugno 1976.
Si è laureato in Lettere Moderne e giornalismo all’Università Cattolica del S. Cuore.
È stato Vicario parrocchiale nella Parrocchia di Maria Regina Pacis a Milano, dal 1976 al 1981.
È stato Vicario parrocchiale nella Parrocchia di Sant’Ambrogio a Milano, dal 1981 al 1983.
È stato Assistente Diocesano dell’Azione Cattolica per i ragazzi ed Assistente dei Maestri Cattolici (AIMC) dal 1984 al 1987.
È stato Rettore del Santuario di S. Antonio Abate in Milano, Assistente dell’Arcivescovo per la Cattedra per i Non Credenti, nel 1991.
È stato assunto al Pontificio Consiglio per i Laici il 1° novembre 1994, con l’incarico di seguire la Sezione Movimenti ed Associazioni. È stato nominato Capo Ufficio, il 29 aprile 1995.
Ha lasciato il servizio in Curia ed è rientrato a Milano, il 30 giugno 1998.
È stato Parroco a S. Maria di Caravaggio in Milano.
È stato nominato Delegato della Sezione Ordinaria dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica, il 2 gennaio 2004.
Conosce l’inglese e il francese.

[01194-01.01]

NOMINA DEL NUNZIO APOSTOLICO IN MALTA E IN LIBIA

Il Papa ha nominato Nunzio Apostolico in Malta e in Libia il Rev.do Mons. Tommaso Caputo, finora Capo del Protocollo della Segreteria di Stato, elevandolo in pari tempo alla sede titolare di Otricoli, con dignità di Arcivescovo.

 Rev.do Mons. Tommaso Caputo
È nato a Afragola (Napoli) il 17 ottobre 1950.
È stato ordinato Sacerdote il 10 aprile 1974. Si è incardinato a Napoli.
Si è laureato in Diritto Canonico.
Entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 25 marzo 1980, ha prestato successivamente la propria opera presso le Rappresentanze Pontificie in Rwanda, Filippine, Venezuela e infine presso la Segreteria di Stato.
È stato nominato Capo del Protocollo della Segreteria di Stato, il 19 giugno 1993.
Conosce l’inglese, il francese e lo spagnolo.

[01192-01.01]

NOMINA DEL NUNZIO APOSTOLICO NELLE FILIPPINE

Il Santo Padre ha poi nominato Nunzio Apostolico nelle Filippine S.E. Mons. Edward Joseph Adams, Arcivescovo titolare di Scala, finora Nunzio Apostolico in Zimbabwe.

[01193-01.01]

[B0447-XX.02]