www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 08.01.2004


RINUNCE E NOMINE

RINUNCIA DELL’ARCIVESCOVO METROPOLITA DI ANCONA-OSIMO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

RINUNCIA DELL’ARCIVESCOVO DI SAINT PIERRE E FORT-DE-FRANCE (MARTINICA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

RINUNCIA DELL’ARCIVESCOVO METROPOLITA DI ANCONA-OSIMO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Arcidiocesi di Ancona-Osimo (Italia) presentata da S.E. Mons. Franco Festorazzi, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Giovanni Paolo II ha nominato Arcivescovo Metropolita di Ancona-Osimo (Italia) S.E. Mons. Edoardo Menichelli, finora Arcivescovo di Chieti-Vasto (Italia).

 S.E. Mons. Edoardo Menichelli

S.E. Mons. Edoardo Menichelli è nato a Serripola di S. Severino Marche (Macerata) il 14 ottobre 1939.

In vista della preparazione al sacerdozio, ha frequentato gli studi medi e ginnasiali nel Seminario di S. Severino Marche e quelli filosofici e teologici nel Pontificio Seminario Regionale Pio XI di Fano.

A Roma, presso la Pontificia Università Lateranense, ha conseguito la Licenza in Teologia Pastorale.

E’ stato ordinato sacerdote il 3 luglio 1965. La diocesi di origine è San Severino Marche, che nel 1986 è stata unita all'Arcidiocesi di Camerino con la denominazione di Camerino-San Severino Marche.

Dopo l'ordinazione sacerdotale, dal 1965 al 1968 ha prestato la sua opera come Vice parroco della Parrocchia di S. Giuseppe a San Severino Marche e contemporaneamente ha avuto anche l'incarico di Insegnante di Religione nelle scuole statali di quel capoluogo.

Dal 1968 fino al 1991 ha lavorato come Officiale presso il Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica.

In seguito, dal 1992 al 1994 è stato chiamato a collaborare presso la Congregazione per le Chiese Orientali come Addetto di Segreteria. Ha ricoperto anche l'incarico di Segretario particolare dell'allora Em.mo Prefetto, il Cardinale Achille Silvestrini. Nel frattempo, ha prestato la sua opera nella pastorale come Cooperatore presso la Parrocchia dei SS. Cuori di Gesù e Maria e come Cappellano della Clinica Mafalda. E’ stato anche Collaboratore del Consultorio Familiare della Facoltà di Medicina al Policlinico Gemelli. Ha preso parte attiva al Sinodo di Roma.

Il 10 Giugno 1994 è stato nominato dal Santo Padre Arcivescovo dell'Arcidiocesi di Chiesti-Vasto.

[00034-01.02]

RINUNCIA DELL’ARCIVESCOVO DI SAINT PIERRE E FORT-DE-FRANCE (MARTINICA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi di Saint-Pierre e Fort-de-France (Martinica), presentata da S.E. Mons. Maurice Marie-Sainte, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Il Papa ha nominato Arcivescovo di Saint-Pierre e Fort-de-France (Martinica), il Rev.do Michel Méranville, Parroco della Cattedrale di Fort-de-France.

 Rev.do Michel Méranville

Il Rev.do Michel Méranville è nato il 4 febbraio 1936 a Vauclin, Martinica. Dopo gli studi classici in Francia, ha studiato alla Pontificia Università Urbaniana, conseguendo il baccellierato in Filosofia e la licenza in Teologia. E’ stato ordinato sacerdote a Roma nel 1959.

Dopo l’ordinazione è stato: vice-parroco (1960-1963); cappellano in un liceo (1963-1964); vice-parroco (1964-1966); ministero in Francia (1966-1970); cappellano in un liceo (1970-1972); cappellano del Seminario-Collegio e delle carceri.

Dal 1981 è parroco della Cattedrale di Fort-de-France.

L’Arcidiocesi di St. Pierre e Fort-de-France (1967) è situata nell’Isola di Martinica e fa parte del territorio francese d’oltre mare. Il livello sociale ed economico raggiunto nell’Isola è considerevole, grazie anche al boom turistico. La maggior parte della popolazione è di origine africana.

L’evangelizzazione nell’Isola Martinica ha avuto inizio nel secolo XVII per opera dei Missionari Domenicani, Gesuiti e Cappuccini. Fort-de-France è stata eretta in Diocesi nel 1850 con il nome di Martinique unendo anche il titolo di Saint-Pierre. Nel 1976 è stata elevata ad Arcidiocesi Metropolitana. Ha come Diocesi suffraganee: Basse-Terre e Pointe-à-Pitre (Guadelupa) e Cayenne (Guyana Francese).

L’Arcidiocesi di St. Pierre e Fort-de-France ha una superficie di 1.080 kmq, 400.000 abitanti, a grande maggioranza di origine africana, 298.000 cattolici, 47 parrocchie (non tutte hanno un parroco residente), 62 sacerdoti (32 diocesani, 10 fidei donum e 20 religiosi spiritani), 183 religiose di sei distinte Congregazioni, 13 seminaristi maggiori. Nell’Arcidiocesi vi sono due monasteri benedettini, uno maschile e uno femminile. Sempre a Fort-de-France ha sede il Seminario Minore.

[00035-01.03]

[B0011-XX.03]