www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 03.12.2003


RINUNCE E NOMINE

RINUNCIA DEL VESCOVO DI PARANAVAÍ (BRASILE) E NOMINA DEL SUCCESSORE

RINUNCIA DEL VESCOVO DI TREVISO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

RINUNCIA DEL VESCOVO DI VITTORIO VENETO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

RINUNCIA DEL VESCOVO DI CESENA - SARSINA (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

EREZIONE DELLA PROVINCIA ECCLESIASTICA DI TOLIARA (MADAGASCAR) E NOMINA DEL PRIMO ARCIVESCOVO METROPOLITA

RINUNCIA DEL VESCOVO DI PARANAVAÍ (BRASILE) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Paranavaí (Brasile), presentata da S.E. Mons. Rubens Augusto de Souza Espinola, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Giovanni Paolo II ha nominato Vescovo di Paranavaí (Brasile) S.E. Mons. Sérgio Aparecido Colombo, finora Vescovo titolare di Pudenziana e Ausiliare di São Carlos.

 S.E. Mons. Sérgio Aparecido Colombo

S.E. Mons. Sérgio Aparecido Colombo è nato a Cajobí (diocesi di Barretos), nello Stato di São Paulo, il 29 agosto 1954. Ha frequentato gli studi di filosofia a São Paulo (1974-1976) e quelli di teologia presso la Facoltà teologica "Nossa Senhora da Assunção", nella medesima città (1977-1980).

E’stato ordinato sacerdote il 6 agosto 1980 ed incardinato nel clero della diocesi di Limeira. Quindi, è stato Parroco della parrocchia di "Bom Jesus" (1980-1982) nella città di Leme, Parroco della parrocchia di "São Manoel" (1982-1988) nella medesima città e, dal 1988 in poi, Parroco della parrocchia di "Jesus Crucificado", nella città di Iracemápolis. Dal 1994 al 1996 è stato Direttore spirituale degli alunni del Seminario "São João Maria Vianney". Ha svolto anche gli uffici di Vicario Episcopale di Limeira (1983-1996), di Coordinatore diocesano della pastorale (1986-1990) e di Vicario Generale di Limeira.

Il 10 ottobre 2001 è stato nominato Vescovo Titolare di Pudenziana e Ausiliare di São Carlos, ed ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 6 gennaio successivo.

[01901-01.01]

RINUNCIA DEL VESCOVO DI TREVISO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo diocesano della diocesi di Treviso (Italia), presentata da S.E. Mons. Paolo Magnani, in conformità al can. 401 §1 del Codice di Diritto Canonico.

Giovanni Paolo II ha nominato Vescovo della diocesi di Treviso S.E. Mons. Andrea Bruno Mazzocato, finora Vescovo di Adria-Rovigo (Italia).

 S.E. Mons. Andrea Bruno Mazzocato

S.E. Mons. Andrea Bruno Mazzocato è nato a San Trovaso, (diocesi e provincia di Treviso) il 1° settembre 1948. Per la preparazione al sacerdozio, ha frequentato gli studi nel Seminario vescovile di Treviso ed è stato ordinato sacerdote il 3 settembre 1972 con incardinazione a Treviso.

Dal 1972 al 1977 ha svolto il ministero sacerdotale come Cooperatore parrocchiale a San Martino di Lupari. Contemporaneamente ha conseguito la Licenza in Liturgia Pastorale presso l'Istituto di Liturgia Pastorale di Santa Giustina (Padova). Successivamente ha conseguito la Licenza in Teologia Dommatica presso la Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale (Milano).

Dal 1977 al 2001 è stato docente di Teologia Dommatica presso lo Studio Teologico del Seminario di Treviso, tenendo corsi anche presso lo Studio Teologico "San Massimo" dei Frati Conventuali di Padova e presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose. Dal 1977 al 1986 ha avuto anche l'incarico di Padre Spirituale nel Seminario Maggiore diocesano. Dal 1987 al 1994 ha seguito la formazione del clero giovane come Delegato Vescovile. Nel 1990 è stato nominato Pro-Rettore del Seminario minore di Treviso e poi, nel 1994, Rettore del Seminario Vescovile.

L'11 ottobre 2000 il Santo Padre lo ha nominato Vescovo della Diocesi di Adria-Rovigo.

Nell'ambito della C.E.I. è membro della Commissione Episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace.

[01903-01.01]

RINUNCIA DEL VESCOVO DI VITTORIO VENETO (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Giovanni Paolo II ha accettato la rinuncia al governo diocesano della diocesi di Vittorio Veneto (Italia), presentata da S.E. Mons. Alfredo Magarotto, in conformità al can. 401 §1 del Codice di Diritto Canonico.

Il Papa ha nominato Vescovo della diocesi di Vittorio Veneto il Rev.do Giuseppe Zenti, finora Vicario Generale della diocesi di Verona (Italia).

 Rev.do Giuseppe Zenti

Il Rev.do Giuseppe Zenti è nato il 7 marzo 1947 a San Martino Buon Albergo (diocesi e provincia di Verona). Dopo aver completato gli studi per la preparazione al sacerdozio nel Seminario diocesano, ha conseguito la Laurea in Lettere all'Università di Padova, discutendo una tesi su Sant'Agostino: "Le sedi apostoliche in S. Agostino".

E’ stato ordinato sacerdote il 26 giugno 1971 con incardinazione a Verona. E' stato docente di materie letterarie nel Seminario minore, ove ha ricoperto anche l'incarico di Vice-Rettore e, successivamente, Pro-Rettore. E’ stato parroco di Santa Maria Immacolata a Verona e dal 1997 Parroco della Parrocchia di Legnago, dove ha svolto anche l'incarico di Vicario Foraneo. Dal 2002 è Vicario Generale di Verona.

Tra i vari incarichi ricoperti è stato anche Consulente ecclesiastico dell'UCIIM di Verona.

[01904-01.01]

RINUNCIA DEL VESCOVO DI CESENA - SARSINA (ITALIA) E NOMINA DEL SUCCESSORE

Giovanni Paolo II ha accettato la rinuncia dal governo diocesano della diocesi di Cesena-Sarsina (Italia), presentata da S.E. Mons. Lino Esterino Garavaglia, O.F.M. Cap., in conformità al can. 401 §1 del Codice di Diritto Canonico.

Il Santo Padre ha nominato Vescovo della diocesi di Cesena-Sarsina il Rev.do Antonio Lanfranchi, attualmente Vicario Generale della diocesi di Piacenza-Bobbio (Italia).

 Rev.do Antonio Lanfranchi

Il Rev.do Antonio Lanfranchi è nato a Grondone di Ferriere, nella Diocesi e provincia di Piacenza, il 17 maggio 1946. Dopo aver compiuto gli studi ginnasiali nel Seminario vescovile di Piacenza e quelli filosofici e teologici nel Collegio Alberoni di Piacenza, ha frequentato a Roma la Pontificia Università Gregoriana e la Pontificia Università Salesiana, conseguendo i titoli accademici in Teologia Biblica e in Scienze dell'Educazione con specializzazione in Catechetica.

E' stato ordinato sacerdote il 4 novembre 1971, con incardinazione a Piacenza. E’ stato Educatore nel Seminario Vescovile; in seguito vi ha svolto l'incarico di Docente di Lettere. Successivamente è stato Insegnante di Religione nelle Scuole pubbliche .

Dal 1978 al 1984 ha svolto l'incarico di Assistente dell'AIMC e Segretario dell'Ufficio Catechistico diocesano. Dal 1978 al 1986 ha collaborato come Assistente diocesano di Azione Cattolica per il settore giovani; dal 1984 al 1988 è stato Direttore dell'Ufficio Catechistico diocesano e nel 1987-1988 anche di quello regionale. Dal 1986 al 1988 è stato Assistente diocesano di Azione Cattolica per il settore adulti e, dal 1988 al 1996, Assistente centrale Giovani dell'Azione Cattolica Italiana. Nello stesso periodo, per tre anni, è stato docente di Pastorale giovanile presso l'Istituto "Ecclesia Mater" della Pontificia Università Lateranense.

Dal 1996 è Vicario Generale della Diocesi di Piacenza-Bobbio.

E' autore di numerosi articoli di pastorale e di catechesi su diverse Riviste specializzate.

[01905-01.01]

EREZIONE DELLA PROVINCIA ECCLESIASTICA DI TOLIARA (MADAGASCAR) E NOMINA DEL PRIMO ARCIVESCOVO METROPOLITA

Giovanni Paolo II ha eretto la nuova Provincia Ecclesiastica di Toliara (Madagascar), dividendola dalla Provincia Ecclesiastica di Fianarantsoa. La nuova Provincia Ecclesiastica comprende le diocesi suffraganee di Morombe, Morondava, Tôlagnaro.

Il Papa ha nominato primo Arcivescovo Metropolita di Toliara S.E. Mons. Fulgence Rabeony, S.I., finora Vescovo della medesima diocesi.

 Dati statistici

La nuova Provincia Ecclesiastica di Toliara comprende la parte sud-occidentale del Madagascar, abbraccia la Provincia omonima ed ha 3 Diocesi suffraganee: Morombe, Morondava, Tôlagnaro.

La Diocesi di Toliara (1957) è stata evangelizzata nel 1845 dai Gesuiti e dai Lazzaristi. Ha una superficie di 43.570 kmq, 750.000 abitanti, 86.000 cattolici, 15 parrocchie, 120 centri missionari, 38 sacerdoti (10 diocesani e 28 religiosi), 240 religiose e 22 seminaristi maggiori.

[01902-01.01]

[B0609-XX.01]