www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 30.10.2003


RINUNCE E NOMINE

RINUNCIA DELL’ORDINARIO MILITARE PER LA SPAGNA E NOMINA DEL SUCCESSORE

NOMINA DI MEMBRI ORDINARI DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA DELLE SCIENZE

NOMINA DEL DELEGATO DELLA SEZIONE STRAORDINARIA DELL’AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO DELLA SEDE APOSTOLICA

RINUNCIA DELL’ORDINARIO MILITARE PER LA SPAGNA E NOMINA DEL SUCCESSORE  

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’Ordinariato Militare per la Spagna, presentata da S.E. Mons. José Manuel Estepa Llaurens, in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Giovanni Paolo II ha nominato Arcivescovo Ordinario Militare per la Spagna S.E. Mons. Francisco Pérez González, finora Vescovo di Osma-Soria.

 S.E. Mons. Francisco Pérez González

S.E. Mons. Francisco Pérez González è nato a Frandovínez, Arcidiocesi di Burgos, il 13 gennaio 1947. Ha compiuto gli studi ecclesiastici nel Seminario di Burgos, completandoli a Roma presso la Pontificia Università San Tommaso D’Aquino e più tardi a Madrid presso la Pontificia Università di Comillas, ove ha ottenuto la licenza in Teologia.

E’ stato ordinato sacerdote il 21 luglio 1973. Dopo aver svolto l’ufficio di vice-parroco a Burgos si è trasferito a Madrid dove ha ricoperto diversi incarichi pastorali tra cui quello di Formatore e Direttore spirituale nel Seminario Maggiore di Madrid.

Il 16 dicembre 1995, è stato nominato Vescovo di Osma-Soria e consacrato il 6 gennaio 1996. Attualmente è Membro della Commissione Episcopale per le Missioni e per la Cooperazione tra le Chiese, e Direttore Nazionale delle Pontificie Opere Missionarie.

[01685-01.01]

NOMINA DI MEMBRI ORDINARI DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA DELLE SCIENZE

Il Santo Padre ha nominato Membri Ordinari della Pontificia Accademia delle Scienze gli Ill.mi Signori: Prof. Antonio García-Bellido, Professore di Genetica presso il Centro di Biologia Molecolare "Severo Ochoa" dell’Universidad Autónoma di Madrid (Spagna); Prof. Fotis C. Kafatos, Professore di Biologia molecolare alle Università di Harvard (U.S.A.), di Atene e di Creta (Grecia); Prof. Tsung-Dao Lee, Professore di Fisica alla Columbia University di New York (U.S.A.); Prof. Ryoji Noyori, Professore di Chimica organica alla Nagoya University, in Nagoya (Giappone); Prof. Kevin Ryan, Professore e Direttore Emerito del Center for the Advancement of Ethics and Character all’Università di Boston (U.S.A.).

 Prof. Antonio García-Bellido

Nato a Madrid (Spagna) nel 1936, il Prof. Antonio García-Bellido ha conseguito il Dottorato in Biologia presso l’Universidad Complutense di Madrid nel 1962. Ha proseguito gli studi all’Università di Cambridge (Gran Bretagna) nel 1959-60, a Zurigo (Svizzera) nel 1962-65 e presso il California Institute of Technology (Pasadena) nel 1967-68. Successivamente è stato eletto membro del Consiglio Superiore di Ricerca Scientifica spagnolo. Nel 1974 è diventato Professore dello stesso istituto. E’ stato Direttore dell’Istituto di Genetica (1976-79) e del Centro di Biologia Molecolare "Severo Ochoa" (1980-81). Come Visiting Professor ha insegnato presso le Università Caltech, Berkeley, Chicago, Sydney e Roma. E’ stato eletto membro della Reale Accademia Spagnola delle Scienze (1984), membro straniero dell’Accademia Americana di Arti e Scienze (1985), della Royal Society di Londra (1986), dell’Accademia Nazionale delle Scienze di Washington (1987), della European Academy (1988) e dell’Académie des sciences di Parigi (1995).

Le ricerche del Prof. García-Bellido vertono sulle basi genetiche dello sviluppo animale. Nello specifico, i suoi studi riguardano la morfogenesi e il controllo di dimensioni, forma e modelli negli animali (Drosophila). Egli affronta la materia a livello genetico, molecolare e cellulare. Ha scoperto l’esistenza di compartimenti di sviluppo nelle cellule, ovvero la proliferazione modulare specificata dall’attività di geni "selettivi" (selector genes) che agiscono in modo combinatoriale.

Il Prof. García-Bellido ha ricevuto i seguenti premi: Principe de Asturias (1984), Leopold Mayer (Académie de sciences, 1986), Ramón y Cajal (1995) e Severo Ochoa (1996). E’ Doctor Honoris Causa dell’Accademia delle Scienze di Mosca (1990) e delle Università di Coruña, Oviedo, Barcelona, Salamanca e Alicante, oltre che membro di varie Associazioni e Istituzioni Scientifiche internazionali.

 Fotis C. Kafatos

Il Prof. Fotis C. Kafatos è nato a Creta (Grecia), dove ha completato gli studi elementari e superiori. Laureatosi all’Università di Cornell a pieni voti, ha ottenuto un Master e un Dottorato (PhD) in biologia presso l’Università di Harvard (1965). Ha avuto l’incarico di Professore di Biologia presso l’Università di Harvard (1969-1994) e di Professore Associato nell’Università di Atene (1972-1982). Ha fondato e diretto l’Istituto di Biologia Molecolare e Biotecnologia nel Centro di Ricerca di Creta (1982-1993). Dal 1982 è Professore di Biologia a Creta (attualmente in aspettativa). E’ Direttore-Generale dell’European Molecular Biology Laboratory di Heidelberg (Germania).

Il suo attuale lavoro scientifico si concentra nella ricerca sulla malaria, con particolare enfasi sul genoma della zanzara anofele e l’immunità della zanzara al parassita. È attivissimo nel promuovere la ricerca e l’educazione scientifica nei Paesi in via di sviluppo. Le sue attività professionali includono cariche in vari comitati e consigli di molti centri scientifici e organizzazioni internazionali.

Il Prof. Kafatos ha inoltre ricevuto numerosi riconoscimenti, tra i quali tre titoli onorari di dottorato. È membro dell’Accademia Nazionale delle Scienze Statunitense, dell’Accademia Americana delle Arti e delle Scienze, e dell’Accademia Europea. È inoltre membro straniero dell’Accademia delle Scienze Francese.

 Tsung-Dao Lee

Nato a Shanghai (Cina) nel 1926, il Prof. Tsung-Dao Lee ha cominciato le ricerche sotto la guida di Enrico Fermi all’Università di Chicago, con la sua prima relazione sull’universalità dell’Interazione di Fermi e la sua tesi sulle stelle nane bianche. Ha poi lavorato con alcuni collaboratori sulle transizioni di fase nella meccanica statistica e sui polaroni nella fisica della materia condensata. Dopo essere entrato alla Columbia University nel 1953, il Prof. Lee ha lavorato principalmente nel campo della fisica delle particelle e della teoria dei campi. Ha creato il Modello Lee e il campo dei solitoni non topologici e delle stelle di solitoni. Con alcuni collaboratori, ha ideato e sviluppato la ricerca sulle violazioni di simmetria nelle interazioni deboli, i campi della fisica dei neutrini di alta energia e la fisica degli ioni pesanti relativistici. Più recentemente, si è occupato di superconduttività ad alta Tc, fisica dei modelli reticolari, equazioni alle differenze e nuovi modi per risolvere l’Equazione di Schroedinger.

Durante la sua carriera, il Prof. Lee ha ricoperto le seguenti posizioni: Ricercatore presso la California University at Berkeley (1950-51); Membro dell’Institute for Advanced Study di Princeton (1951-53); Professore Assistente (1953-55), Associato (1955-56), Ordinario (1956-64) e titolare della Cattedra intitolata a Enrico Fermi (1964-84) presso la Columbia University. Attualmente è anche Direttore del China Center of Advanced Science and Technology – World Laboratory e del Centro Ricerche RIKEN BNL.

Nel 1957, per il suo lavoro sulle particelle elementari, il Prof. Lee ha vinto il Premio Nobel per la Fisica. Altri riconoscimenti includono il Premio Albert Einstein per la Scienza, la Medaglia di Galileo Galilei, l’Ordine al Merito di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana, il Premio Science for Peace, il Premio China National-International Cooperation, il Premio New York City Science e quello della New York Academy of Science. Gli è stato inoltre intitolato il Piccolo Pianeta 3443, ora chiamato Pianeta T.D. Lee.

 Ryoji Noyori

Nato a Kobe (Giappone) nel 1938, il Prof. Ryoji Noyori ha completato un Master all’Università di Kyoto, diventando poi insegnante presso la stessa. Ha ottenuto il Dottorato nel 1967 sotto la supervisione di H. Nozaki. E’ stato nominato Professore Associato all’Università di Nagoya nel 1968 e Ordinario nel 1972. Dal 1969 al 1970 ha collaborato con E. J. Corey all’Università di Harvard. Dal 2000 è Direttore del Centro di Ricerca sulla Scienza dei Materiali all’Università di Nagoya.

Le ricerche del Prof. Ryoji Noyori sono imperniate sui principi fondamentali e sulle applicazioni della catalisi molecolare, basata sulla chimica organometallica, e in particolare per quanto riguarda la catalisi asimmetrica. I metodi da lui sviluppati hanno trovato applicazione nelle sintesi di numerosi prodotti importanti tra i quali il mentolo, gli antibiotici carbapenem, gli agenti antibatterici e le prostaglandine.

Le sue attività non si limitano all’istruzione e alla ricerca. Il Prof. Ryoji Noyori ha fatto parte del comitato di redazione di oltre trenta pubblicazioni scientifiche internazionali e ha diretto la rivista Advanced Synthesis & Catalysis (Wiley/VCH). Inoltre, ha ricoperto varie cariche amministrative tra le quali: Consigliere Scientifico (1992-96) e Membro del Consiglio Scientifico del Ministero dell’Istruzione, Scienza e Cultura giapponese (dal 1996 ad oggi); Preside della Graduate School of Science presso l’Università di Nagoya (1997-99); Presidente della Società di Chimica Organica Sintetica (Giappone) (1997-99).

Per il contributo dato alla scienza, il Prof. Ryoji Noyori ha ricevuto numerosi premi, tra i quali il Premio «Tetrahedron» (1993), il Japan Academy Prize (1995), il Premio «Arthur Cope» (1997), il Premio Internazionale «King Faisal» (1999), l’Ordine della Cultura (2000), il Premio «Wolf» e il Premio «Roger Adams» (2001). Nel 2001, inoltre, è stato insignito del Premio Nobel per la Chimica insieme a W.S. Knowles e K.B. Sharpless.

 Kevin Ryan

Nato a Mt. Vernon (New York) nel 1932, il Prof. Kevin Ryan ha conseguito la Laurea in Psicologia presso il St. Michael’s College (Università di Toronto). Dopo aver prestato servizio attivo nella Marina Militare americana per quattro anni, ha ottenuto un Master in Lettere presso la Columbia University (New York). Nel 1963 ha cominciato ad interessarsi alla ricerca educativa, decidendo di occuparsi di istruzione superiore nell’Università di Stanford. Nel 1966 è stato nominato Direttore del Corso di Master in Lettere presso l’Università di Chicago e nel 1968 è diventato Professore Associato. Nel 1970, avendo vinto la borsa di studio Whitehead all’Università di Harvard, ha diretto i suoi studi verso l’educazione morale e lo sviluppo della personalità. Nel 1975, il Prof. Ryan ha accettato una cattedra alla Ohio State University, ricoprendo per tre anni anche la carica di Preside Associato della Facoltà di Scienze dell’Educazione. Durante lo stesso periodo ha vinto una Fulbright Senior Research Fellowship in Portogallo, dove ha collaborato sei mesi con il Ministero dell’Istruzione e con l’Università di Lisbona. Nel 1982 è stato invitato a tenere un insegnamento all’Università di Boston, e a dirigere una squadra di professori per un progetto speciale a Lisbona. Nel 1989 ha fondato il Centro per la Promozione dell’Etica e della Personalità presso l’Università di Boston. In passato ha lavorato come consulente per il Dipartimento di Educazione degli Stati Uniti e nei dipartimenti statali di vari stati americani. All’estero, oltre al Portogallo, ha collaborato con educatori in Germania, Egitto, Finlandia, Australia, Giappone, Corea, Taiwan e Spagna. Nell’arco della sua carriera, il Prof. Ryan ha vinto numerosi premi, tra i quali lo Scholar-Teacher Award dell’Università di Boston nel 1989, la nomina come insegnante esemplare d’America da parte dell’Associazione Insegnanti ed Educatori nel 1990, il National Award of Distinction dell’Università della Pennsylvania e l’Award for Educational Excellence della Paideia Society nel 1998 e il Sanford N. McDonnell Lifetime Achievement Award nel 2000.

[01686-01.02]

NOMINA DEL DELEGATO DELLA SEZIONE STRAORDINARIA DELL’AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO DELLA SEDE APOSTOLICA

Il Papa ha nominato Delegato della Sezione Straordinaria dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica l’Ill.mo Sig. Dott. Paolo Mennini, finora Vice Delegato della medesima Sezione Straordinaria.

[01687-01.01]