www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 30.11.2002


RINUNCE E NOMINE

APPROVAZIONE DEL SANTO PADRE DELL’ELEZIONE DEL DECANO E DEL VICE-DECANO DEL COLLEGIO CARDINALIZIO

NOMINA DI AUSILIARE DI BRISBANE (AUSTRALIA)

NOMINA DI MEMBRI DELL’AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO DELLA SEDE APOSTOLICA

NOMINA DEL SOTTO-SEGRETARIO DELLA SEZIONE PER I RAPPORTI CON GLI STATI DELLA SEGRETERIA DI STATO

APPROVAZIONE DEL SANTO PADRE DELL’ELEZIONE DEL DECANO E DEL VICE-DECANO DEL COLLEGIO CARDINALIZIO

Il Santo Padre ha accolto la richiesta presentata dall’Em.mo Card. Bernardin Gantin di essere dispensato dall’ufficio di Decano del Collegio Cardinalizio e dal titolo della Chiesa suburbicaria di Ostia, conservando solo il titolo della Chiesa suburbicaria di Palestrina.

Giovanni Paolo II ha approvato l’elezione - fatta dagli Em.mi Signori Cardinali dell’Ordine dei Vescovi - del Decano del Collegio Cardinalizio, nella persona dell’Em.mo Card. Joseph Ratzinger, del titolo della Chiesa suburbicaria di Velletri-Segni, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, e del Vice-Decano del medesimo Collegio, nella persona dell’Em.mo Card. Angelo Sodano, del titolo della Chiesa suburbicaria di Albano, Segretario di Stato.

[01887-01.01]

NOMINA DI AUSILIARE DI BRISBANE (AUSTRALIA)

Il Papa ha nominato Ausiliare dell’arcidiocesi di Brisbane (Australia) il Rev.do Padre Joseph Oudeman, O.F.M. Cap., finora Vice Parroco di Wynnum e Cappellano della comunità olandese dell’arcidiocesi di Brisbane, assegnandogli la sede titolare vescovile di Respetta.

 Rev.do P. Joseph Oudeman, O.F.M. Cap.
Il Rev.do Padre Joseph Oudeman è nato a Brede (Paesi Bassi) il 2 marzo 1942. La famiglia è emigrata in Australia a metà degli anni cinquanta. Padre Oudeman ha fatto i suoi studi secondari al "Saint Patrick’s College" a Melbourne. Poi è entrato nell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, facendo il noviziato a Melbourne ed i suoi studi di teologia con i PP. Domenicani nella stessa città ed a "Saint Laurence Theological College" dei Frati Cappuccini a Wynnum. Ha emesso la sua prima professione religiosa il 7 dicembre 1962, poi quella perpetua il 27 gennaio 1966. Nel 1968 ha conseguito la Licenza in Sacra Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana.
E’ stato ordinato sacerdote il 29 giugno 1966.
Ha poi ricoperto i seguenti incarichi: "Postulant Master" e insegnante presso la "Catholic Theological Union" a Hunters Hill (1969-1976); Maestro dei Novizi a Brisbane e Direttore Spirituale del Seminario Arcidiocesano a Banyo, Brisbane (1977-1979); Vice Parroco di Balcatta in Western Australia (1981-1982); Prefetto del Seminario Fratti dei Cappuccini a Plumpton (1982-1984); Maestro dei Novizi a Brisbane (1985-1987); Ministro Provinciale dell’Ordine (1987-1996); Periodo sabbatico a Wynnum (1996-1998); Vice Parroco di Wynnyum e Cappellano della comunità olandese dell’arcidiocesi di Brisbane (dal 1999 ad oggi).

[01888-01.01]

NOMINA DI MEMBRI DELL’AMMINISTRAZIONE DEL PATRIMONIO DELLA SEDE APOSTOLICA

Giovanni Paolo II ha nominato Membri dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica gli Em.mi Cardinali Camillo Ruini, Suo Vicario Generale per la Diocesi di Roma, e Jan Pieter Schotte, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, Presidente dell’Ufficio del Lavoro della Sede Apostolica.

[01889-01.01]

NOMINA DEL SOTTO-SEGRETARIO DELLA SEZIONE PER I RAPPORTI CON GLI STATI DELLA SEGRETERIA DI STATO

Il Santo Padre ha nominato Sotto-Segretario della Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato il Rev.do Mons. Pietro Parolin, Consigliere di Nunziatura presso la medesima Sezione per i Rapporti con gli Stati.

 Mons. Pietro Parolin
E’ nato a Schiavon (Vicenza) il 17 gennaio 1955.
E’ stato ordinato sacerdote il 27 aprile 1980.
E’ stato incardinato a Vicenza.
E’ laureato in Diritto Canonico.
Entrato nel Servizio Diplomatico della Santa Sede il 1° luglio 1986, ha prestato la propria opera presso le Rappresentanze Pontificie in Nigeria e in Messico e, infine, presso la Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato.
Conosce il francese, l’inglese e lo spagnolo.

[01890-01.01]