www.vatican.va

Back Top Print Pdf


INTERVENTO DELL’OSSERVATORE PERMANENTE DELLA SANTA SEDE PRESSO L’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DEL TURISMO ALLA 39a RIUNIONE DELLA COMMISSIONE REGIONALE PER L’EUROPA, 09.05.2002


Dall’8 al 10 maggio si svolge a Dubrovnik (Croazia) la 39a Riunione della Commissione Regionale per l’Europa e il Seminario sul tema: "L’immagine turistica delle destinazioni europee sui mercati concorrenziali", promossi dall’Organizzazione Mondiale del Turismo.
Pubblichiamo di seguito l’intervento pronunciato questa mattina da Mons. Piero Monni, Osservatore Permanente della Santa Sede presso l’O.M.T.:

TESTO IN LINGUA INGLESE

I am very happy to participate in this reunion and interesting seminar.

The typology of tourism has become more enriched in the past few years, as has a certain appreciation coming from institutions, but what is curious to notice is that an activity such as tourism, a source of monetary earnings and of dialogue among populations, does not receive the attention it deserves from the political world.

Tourism can be linked to congressional activities, sports activities, thermal spa, mountain climbing, cultural activities and to the religion.

The European tourist patrimony covers all of these kinds of tourism.

The consideration and the rediscovery of a consciousness of a shared patrimony is an important factor nowadays. This qualifying aspect has been proposed many times in the General Assemblies and in the Regional Commissions.

The European tourism patrimony is surely a fundamental resource for this continent and has up to now served to re-evaluate its common roots, its similarities, but also the wealth and beauty behind the diversities in European traditions.

The same unification process going on at this moment on this continent, must certainly recognize the contribution offered by tourism to the integration in Europe.

What we are evaluating today makes up an enormous patrimony of great cultural value, which should be above all developed both on an image level, as well as on an international promotion level.

In this meeting, I underline the necessity in maintaining the principals of a development for a sustainable tourism that respects the environment.

This reminds me that the great reality of ecological tourism is confirmed by the success of the initiatives promoted by the celebration of the International Year of Ecotourism.

Although the recent crisis due to the tragic events of September 11, in some countries rural tourism has maintained and developed the presence of tourists and financial earnings.

It is hopeful that the institutions increase the promotion of the reality of regional tourism more efficiently, as can be seen by the mass-media.

Political specifics and targeted projects which move inside a common project should be strengthened, especially on an old continent full of great traditions such as that of Europe.

Rediscovering the awareness of a common patrimony of cultural value means to increase the consciousness of belonging to a common home, and in this way, finding the way for a renewed union and a renewed harmony.

Thanks for your attention!

[00763-02.01] [Original text: English]

TESTO IN LINGUA ITALIANA

Sono lieto di partecipare a questa Riunione e all’interessante Seminario.

La tipologia del turismo si è arricchita in questi ultimi anni, come pure un certo apprezzamento da parte delle istituzioni, ed è curioso notare come un’attività quale è il turismo, fonte di introiti valutari e di dialogo tra i popoli, non ottenga tutta l’attenzione che merita da parte degli organi politici.

Si qualifica un turismo congressuale, un altro sportivo, termale, alpino, culturale, religioso, e il patrimonio turistico Europeo lo comprende tutto.

La considerazione e la riscoperta della coscienza di un comune patrimonio è di importante attualità e questo aspetto qualificante è stato riproposto più volte nelle Assemblee Generali e nelle Commissioni Regionali. Il patrimonio turistico Europeo è senz’altro una risorsa fondamentale per questo continente ed è finora servito a rivalutare le radici comuni, le affinità, ma anche la ricchezza e la bellezza della diversità delle tradizioni europee. Lo stesso processo di unificazione in atto in questo continente, deve certamente riconoscere il contributo offerto dal turismo al difficile processo integrativo.

Quanto noi oggi stiamo valutando, costituisce un patrimonio enorme, di grande valore culturale, da sviluppare maggiormente sia a livello di immagine, che dal punto di vista della promozione internazionale.

In questa sede, si va sottolineando la necessità di mantenere fermi i principi dello sviluppo di un turismo sostenibile, rispettoso dell’ambiente.

In merito, la grande realtà del turismo ecologico viene confermata dal successo delle iniziative promosse per la celebrazione dell’Anno internazionale dell’Ecoturismo.

Nonostante la recente crisi dovuta ai tragici eventi dell’11 settembre, in alcuni Paesi è proprio l’agriturismo ad aver mantenuto e sviluppato le presenze e gli introiti finanziari.

È auspicabile che le istituzioni incrementino in maniera sempre più efficace la promozione delle realtà turistiche regionali, come già si rileva attraverso i Mass-Media.

Si vanno potenziando delle politiche specifiche e mirate che si muovono comunque all’interno di un progetto comune, specialmente in un continente antico e di grande tradizione come quello europeo.

Riscoprire la consapevolezza di un comune patrimonio di valore culturale, significa accrescere la coscienza dell’appartenenza ad una casa comune e, in questo modo, trovare la via per una rinnovata unione e una rinnovata armonia.

Grazie per l’attenzione!

[00763-01.02] [Testo originale: Italiano]