www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 04.04.2001


RINUNCE E NOMINE

● RINUNCIA DEL VESCOVO DI DJIBOUTI (REPUBBLICA DI DJIBOUTI) E NOMINA DEL SUCCESSORE 

Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della diocesi di Djibouti (Repubblica di Djibouti), presentata da S.E. Mons. Georges Perron, O.F.M. Cap., in conformità al can. 401 § 1 del Codice di Diritto Canonico.

Giovanni Paolo II ha nominato Vescovo di Djibouti (Repubblica di Djibouti) il Rev.do Padre Giorgio Bertin, O.F.M., attualmente Amministratore Apostolico della diocesi di Mogadiscio, Somalia.

 Rev.do P. Giorgio Bertin

Il Rev.do Padre Giorgio Bertin, O.F.M., è nato il 28 dicembre 1946 a Galzignano-Padova, Italia. Entrato nell’Ordine dei Frati Minori nella Provincia di San Carlo Borromeo il 10 settembre 1967, ha compiuto il normale curriculum di studi ginnasiali e liceali a Milano conseguendo successivamente il Baccalaureato in Teologia. Ha emesso la professione solenne nel 1972, ed è stato ordinato sacerdote il 7 giugno 1975.

Dopo l’ordinazione ha svolto le seguenti mansioni: Studi al Pontificio Ateneo Antoniano di Roma dove ha conseguito la Licenza in Teologia Spirituale; inoltre ha conseguito un Diploma in lingua e cultura araba presso l’Istituto Italiano per il Medio Oriente; ha ottenuto poi un "Brevet d’Arab Littéral" presso l’ "Institut d’Etudes Islamiques", ed altri gradi accademici in studi arabi (1975-1977); si è recato in Somalia come missionario della Provincia Lombarda ed è divenuto parroco della Cattedrale di Mogadiscio (1978-1983); Direttore della Caritas e Vicario generale (1984-1989); Amministratore diocesano (1989-1991).

Dal 1991, dopo l’assassinio di Mons. Salvatore Colombo, Vescovo di Mogadiscio, è stato nominato Amministratore Apostolico della medesima diocesi.

[00544-01.01]