www.vatican.va

Back Top Print Pdf


RINUNCE E NOMINE, 09.11.2000


RINUNCE E NOMINE

NOMINA DEL VESCOVO DI PALAYAMKOTTAI (INDIA)

NOMINA DELL’AUSILIARE DI ZARAGOZA (SPAGNA)

NOMINA DI CONSULTORE DELLA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

NOMINA DI CONSIGLIERE DELLA PONTIFICIA COMMISSIONE PER L’AMERICA LATINA

NOMINA DI MEMBRI ORDINARI DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA DELLE SCIENZE

NOMINA DEL VESCOVO DI PALAYAMKOTTAI (INDIA)

Il Santo Padre ha nominato Vescovo di Palayamkottai (India) il Rev.do Sacerdote Jude Paulraj, del clero di Tiruchirapalli, attualmente Rettore del Seminario Maggiore Regionale "Christ Hall Seminary" a Madurai.

 Rev.do Jude Paulraj

Il Rev.do Jude Paulraj è nato il 28 aprile 1943 a Pazhayakovil, diocesi di Tiruchirapalli. Ha studiato in patria e, dopo l’ordinazione, negli Stati Uniti ed ha conseguito un M.A. in "Pastoral Counselling" presso l’Università Fordham.

E’ stato ordinato sacerdote l’8 dicembre 1968. E’ stato parroco, Segretario della "Tamilnadu Youth Commission", Direttore del Centro Pastorale Diocesano e attualmente è Rettore del "Christ Hall Seminary" a Madurai.

[02248-01.01]

NOMINA DELL’AUSILIARE DI ZARAGOZA (SPAGNA)

Giovanni Paolo II ha nominato Ausiliare dell’arcidiocesi di Zaragoza (Spagna) il Rev.do Alfonso Milián Sorribas, Vicario episcopale di Zona a Zaragoza, assegnandogli la sede titolare vescovile di Diana.

 Rev.do Alfonso Milián Sorribas

Il Rev.do Alfonso Milián Sorribas è nato a La Cuba, provincia di Teruel (Spagna) il 15 gennaio 1939. Ha compiuto gli studi nel Seminario Metropolitano di Zaragoza ed è stato ordinato sacerdote il 25 marzo 1962. Nel 1992 ha ottenuto la licenza in Teologia Catechetica presso la Facoltà di Teologia "San Dámaso" a Madrid.

Ha ricoperto i seguenti incarichi: Coadiutore (1962-1967), amministratore parrocchiale (1962-1969), incaricato di due parrocchie (1967-1969), amministratore della parrocchia "San Pio X" a Zaragoza (1969-1983), delegato della Caritas (1970-1976), membro del Consiglio Presbiterale (1978-1990), assessore diocesano del Movimento "Junior" (1980-1981), vicario episcopale della Vicaria IV (1982-1990), coadiutore (1983-1996), delegato diocesano dell’apostolato secolare e assessore del Movimento "Junior" (1992-1996), delegato diocesano di pastorale vocazionale (1992-1998), vicario episcopale della Vicaria II di Zaragoza (1996-2000), assessore diocesano di "Manos Unidas" (1998-2000).

[02249-01.01]

NOMINA DI CONSULTORE DELLA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

Il Santo Padre ha nominato Consultore della Congregazione per la Dottrina della Fede l’Ecc.mo Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.

[02251-01.01]

NOMINA DI CONSIGLIERE DELLA PONTIFICIA COMMISSIONE PER L’AMERICA LATINA

Giovanni Paolo II ha nominato Consigliere della Pontificia Commissione per l’America Latina l’Ecc.mo Mons. Leonardo Sandri, Arcivescovo tit. di Cittanova, Sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato.

[02252-01.01]

NOMINA DI MEMBRI ORDINARI DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA DELLE SCIENZE

Giovanni Paolo II ha nominato Membri Ordinari della Pontificia Accademia delle Scienze gli Illustrissimi Signori: Prof. Antonino Zichichi, Professore di Fisica Superiore all'Università di Bologna (Italia); Prof. Rafael Vicuña, Professore di Biologia Molecolare alla Pontificia Università Cattolica del Cile; Prof. Mario José Molina, Professore di Chimica dell'Atmosfera al Massachusetts Institute of Technology di Cambridge (U.S.A.).

 Prof. Antonio Zichichi

Nato a Trapani nel 1929, Ordinario di Fisica Superiore nell'Università di Bologna e Direttore del Progetto LAA per lo studio di nuove tecnologie subnucleari al CERN di Ginevra, è autore di oltre cinquecento lavori pubblicati, e di numerose importanti ricerche tra cui la scoperta dell'antideutone (il primo esempio di antimateria nucleare), le prime misure di alta precisione del momento magnetico del muone (che rappresenta la prima prova sperimentale della validità degli effetti virtuali dell'Elettrodinamica Quantistica (QED) oltre il mondo classico degli elettroni) e la prima misura di alta precisione della costante di Fermi. Ha svolto lavori pionieristici sulla fisica delle coppie leptone-antileptone che hanno aperto la via alla scoperta della terza famiglia di particelle elementari.

Ha fondato e dirige il Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana, primo esempio di Università del Terzo Millennio, rendendo Erice famosa nel mondo. E' stato Presidente dell'INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), dell'EPS (European Physical Society), del Comitato NATO per il Disarmo (nucleare, chimico, batteriologico e convenzionale) e Rappresentante della CEE nel Comitato Scientifico del Centro Internazionale di Scienza e Tecnologia a Mosca. E' Presidente della WFS (World Federation of Scientists). Ha ricevuto Lauree Honoris Causa e onorificenze in molti paesi tra cui Cina, Germania, Polonia, USA, Argentina, Romania, Georgia, Ucraina e ONU (Peace Messenger). Eminenti scienziati hanno curato le edizioni in suo onore di cinque volumi che contengono lavori fondamentali nello sviluppo della Fisica Subnucleare: (1994) Lepfon Physics at CERN and Frascati, a cura di N. Cabibbo; (1996) The Discovery of Nuclear Antimatter, a cura di L. Maiani e R.A. Ricci; (1997) The Origin of the Third Family, a cura di C.S. Wu; (1998) The Creation of Quantum Chromodynamics and the Effectivs Energy, a cura di V. N. Gribov, G. 't Hooft, G. Veneziano, V.F. Weisskopf e L.N. Lipatov; (2000) From the "Preshower" to the New Technologies for Super Colliders, a cura di B.H. Wiik, A. Wagner e H. Wenninger.

 Prof. Rafael Vicuña

Nato a Santiago (Cile) nel 1949, ha compiuto gli studi superiori conseguendo la laurea in Biochimica presso l'Università del Cile. Nel 1978 ha ottenuto il dottorato in Biologia Molecolare all'Albert Einstein College of Medicine di New York dove ha completato la sua tesi sotto la direzione del Dott. Jerard Hurwitz. Nel medesimo anno, al suo rientro in Cile, ha preso servizio come professore associato di Biochimica alla Pontificia Università Cattolica del Cile, dove dal 1994 è ordinario di Biologia Molecolare.

La sua ricerca scientifica si è indirizzata inizialmente sugli aspetti enzimatici della replicazione del DNA nei batteri. A partire dal 1985, i suoi studi sono stati dedicati al tema della biodegradazione della lignina, il secondo polimero più abbondante in natura, presente nelle pareti delle cellule vegetali. I suoi risultati scientifici più importanti sono legati all'identificazione, purificazione e caratterizzazione delle perossidasse e ossidasse dei basidiomiceti capaci di degradare la lignina; alla clonazione e sequenza dei geni che codificano questi enzimi e allo studio dei meccanismi che controllano la loro espressione. Le sue ricerche hanno dato origine a numerose pubblicazioni in diverse riviste scientifiche di prestigio.

Per la sua attività scientifica il Professor Vicuña ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, fra i quali borse di studio delle prestigiose Fondazioni Fulbright e Guggenheim; ha svolto importanti cariche direttive presso la Pontificia Università Cattolica del Cile, di cui è stato anche Vice-Rettore, e presso alcune società scientifiche del suo paese. E' attualmente membro dell'Accademia Latino Americana delle Scienze, dell'Accademia delle Scienze del Terzo Mondo (TWAS) e dell'Accademia delle Scienze del Cile.

 Prof. Mario José Molina

Nato a Città del Messico nel 1943, ha conseguito la laurea in ingegneria chimica (1965) presso la Universidad Nacional Autonoma de Mexico, il diploma di specializzazione (1967) presso l'Università di Friburgo (Germania), e il Ph.D. in Fisiochimica (1972) presso 1a University of California, Berkeley. Dal 1989 lavora al MIT dove, nel 1997, è stato nominato Institute Professor.

II Professor Molina ha contribuito all’approfondimento sia della chimica relativa allo strato d'ozono presente nella stratosfera, sia della sua vulnerabilità alle alterazioni prodotte dalle attività dell'uomo. Nel 1974, sulla rivista inglese Nature, ha pubblicato assieme a F.S. Rowland i risultati della ricerca da loro condotta sulla minaccia allo strato di ozono derivante dai clorofluorocarburi (CFC). Assieme ai suoi colleghi, ha in seguito proposto e dimostrato sperimentalmente una nuova sequenza di reazioni inerente il perossido di cloro, in gran parte responsabile della distruzione di ozono rilevata nella stratosfera antartica. Più recentemente, il Professor Molina si è anche dedicato alla chimica dell'inquinamento della bassa atmosfera, al problema delle città in rapido sviluppo e al grave inquinamento atmosferico che ne consegue.

Il Professor Molina è membro della Commissione di Consiglieri del Presidente per la Scienza e la Tecnologia, della Segreteria del Comitato Consultivo sull'Energia, e del consiglio della Fondazione messico-statunitense della Scienza. E' anche Presidente del Consiglio Nazionale della Accademia Nazionale delle Scienze sulla Chimica Atmosferica. E' membro di diverse accademie scientifiche ed ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Premio UNEP-

Sasakawa nel 1999, e il Premio Nobel in Chimica nel 1995 che ha condiviso con i Professori F.S. Rowland e P. Crutzen per le loro ricerche in chimica atmosferica.

[02253-01.02]