www.vatican.va

Back Top Print Pdf


Le parole del Papa alla recita dell’Angelus, 13.04.2014


Le parole del Papa alla recita dell’Angelus

Al termine della solenne celebrazione liturgica della Domenica delle Palme e della Passione del Signore, alcuni giovani brasiliani hanno consegnato la Croce e l’icona della Beata Vergine Maria ad un gruppo di coetanei provenienti dalla Polonia, Paese in cui si celebrerà, nel 2016, la XXXI Giornata della Gioventù. Quindi il Santo Padre Francesco ha recitato l’Angelus con i fedeli ed i pellegrini presenti in Piazza San Pietro.
Di seguito riportiamo le parole pronunciate dal Papa prima della preghiera mariana:

Prima dell’Angelus

Al termine di questa Celebrazione, rivolgo un saluto speciale ai 250 delegati – vescovi, sacerdoti, religiosi e laici – che hanno partecipato all’incontro sulle Giornate Mondiali della Gioventù organizzato dal Pontificio Consiglio per i Laici. Comincia così il cammino di preparazione del prossimo raduno mondiale, che si svolgerà nel luglio 2016 a Cracovia e che avrà per tema «Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia» (Mt 5,7).

Tra poco i giovani brasiliani consegneranno ai giovani polacchi la Croce delle Giornate Mondiali della Gioventù. L’affidamento della croce ai giovani fu compiuto trent’anni fa dal beato Giovanni Paolo II: egli chiese loro di portarla in tutto il mondo come segno dell’amore di Cristo per l’umanità.

Il prossimo 27 aprile avremo tutti la gioia di celebrare la canonizzazione di questo Papa, insieme con Giovanni XXIII. Giovanni Paolo II, che è stato l’iniziatore delle Giornate Mondiali della Gioventù, ne diventerà il grande patrono; nella comunione dei santi continuerà ad essere per i giovani del mondo un padre e un amico.

Chiediamo al Signore che la Croce, insieme all’icona di Maria Salus Populi Romani, sia segno di speranza per tutti rivelando al mondo l’amore invincibile di Cristo.

[Passaggio della Croce]

Saluto tutti i romani e i pellegrini! Saluto in particolare le delegazioni di Rio de Janeiro e di Cracovia, guidate dai loro Arcivescovi, i Cardinali Orani João Tempesta e Stanisław Dziwisz.

In questo contesto ho la gioia di annunciare che, a Dio piacendo, il 15 agosto prossimo, a Daejeon, nella Repubblica di Corea, incontrerò i giovani dell’Asia nel loro grande raduno continentale.

Ed ora ci rivolgiamo alla Vergine Madre, perché ci aiuti a seguire sempre con fede l’esempio di Gesù.

Angelus Domini…

[00592-01.01] [Testo originale: Italiano]

[B0268-XX.02]